Manifesti anti aborto, ProVita&Famiglia contro Falcomatà: 'L'unica violenza è la censura'

Il movimento PVF risponde al primo cittadino di Reggio Calabria.. Falcomatà ha annunciato la rimozione dei manifesti

ProVita&Famiglia risponde alle parole del primo cittadino di Reggio Calabria sulla volontà di rimuovere i manifesti contro l'aborto, apposti proprio dallo stesso movimento.

Giuseppe Falcomatà ha commentato sul suo profilo FB i manifesti di PVF apparsi in città esprimendo la volontà di volerli rimuovere. Al post del sindaco PVF ha dichiarato, sempre su FB:

Spiace notare la reazione del sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, ai nostri manifesti recanti la semplice scritta: "il corpo di mio figlio non è il mio corpo, sopprimerlo non è la mia scelta #StopAborto!"

Spiace perché il commento del sindaco non entra nel merito della questione sollevata dal manifesto ma sposta la discussione dalla liceità dell'aborto alla libertà d'espressione.

Spiace perché il sindaco, per il ruolo istituzionale che riveste, dovrebbe invece farsi garante delle libertà costituzionali di tutti, fra cui il diritto inviolabile alla libertà di espressione.

L'unica vera violenza è la censura! Ma il nostro impegno a favore della vita continuerà ugualmente a Reggio come in tutta #Italia