Motta verso le comunali 2022, Mallamaci: 'Tempo di ragionare sulle prossime scelte'

La nota del consigliere Domenico Mallamaci sulle prossime elezioni comunali a Motta San Giovanni

Il 2022 è arrivato, sembra ieri, ma sono passati già quasi 5 anni dalle ultime elezioni amministrative e a giugno, pandemia permettendo, saremo chiamati alle urne per l'elezione del Sindaco ed il rinnovo del consiglio comunale.

È il momento di tirare le somme: grazie a quanti mi hanno supportato nel 2017, in questi 5 anni, ho avuto modo di conoscere la macchina burocratica ed approfondire tante questioni ancora aperte sul nostro territorio che non trovano alcuna soluzione da decenni. Penso di aver svolto il mio ruolo con rispetto delle Istituzioni ma con fermezza e determinazione; fondamentale è stato il sostegno di tanti amici con i quali ho condiviso questo percorso che mi ha visto, nella posizione di consigliere comunale di minoranza, condurre diverse battaglie, purtroppo non tutte con l’esito sperato, sempre e solo nell’ interesse collettivo.

Adesso è tempo di iniziare a ragionare su ciò che si deve fare nel prossimo semestre che ci separa dalle elezioni.

Moltissimi mi spingono ad andare avanti e riproporre la mia candidatura a Sindaco, ma credo che la persona candidata a guidare il nostro Comune debba essere individuata sulla base di un programma, costruito dal basso, che sappia recepire le istanze dei cittadini e rilanci finalmente  il nostro territorio risvegliandolo dal torpore in cui è caduto negli ultimi anni. Un protagonismo attivo che coinvolga i cittadini, le associazioni, le imprese e che sappia riaccendere le speranze dei mottesi. Io amo il mio paese e sarò sempre pronto a dare il mio contributo da qualunque postazione.

Non disperdiamo le forze e facciamo tesoro degli errori del passato, solo un fronte civico unito sarà in grado di dare le giuste risposte alla voglia di partecipazione e trasparenza che i cittadini chiedono e ci consentirà di avviare un vero processo di modernizzazione in tutti i settori di competenza dell’Ente.