Reggio - Comune in bilico, Pazzano chiede la sfiducia: 'Ridiamo dignità al Consiglio'

Chiediamo la mozione di sfiducia all'interno del consiglio comunale: 'Non ci sono i numeri per andare avanti'

"E' stata tradita la speranza, c'è un totale abbandono della città e della cosa pubblica".

Esordisce così Saverio Pazzano, consigliere comunale de La Strada a 48 ore dalla sentenza Miramare e dalla sospensione del sindaco Falcomatà, durante la conferenza stampa di questa mattina all'interno di Palazzo San Giorgio.

Mozione Sfiducia Saverio Pazzano

"Ho la richiesta di dimissioni in tasca ma ne servono altre 15. Il passaggio fondamentale è la sfiducia da discutere insieme in Consiglio comunale. Chiedo ai consiglieri e alle consigliere di riconsegnare alla città il dibattito politico. Chiedo una mozione di sfiducia al sindaco facente funzioni Paolo Brunetti. Questa città cammina col capo chino. Ditemi voi un luogo pubblico in cui si può fare sport o cultura. Non c'è alcuna volontà di riflessione e di discussione. Ai consiglieri comunali dico di ridare la possibilità ai cittadini di andare al voto. Chiedo la sfiducia al sindaco che riporterà al ritorno al voto. Io ho già firmato l'atto, mancano le firme di tutti gli altri".

Secondo Saverio Pazzano dunque la richiesta di mozione di sfiducia in consiglio comunale è l'unica strada per tornare alla democrazia.

"Ripeto, la città cammina a capo chino. Il consiglio comunale ha il dovere etico e morale di dire: noi a questo non ci stiamo!"