Bronzi e street art: in arrivo due murales per Reggio e Riace

Un modo per celebrare le due "case" dei magnifici guerrieri simbolo della città dello Stretto

Non è la prima volta che qualcuno decide di trasformare i due maestosi guerrieri simbolo di Reggio Calabria in un'opera murale. Nel 50° anniversario della loro scoperta, i Bronzi di Riace non hanno ancora espresso tutto il loro potenziale, tant'è che, secondo quanto appreso da CityNow, ci sarebbe l'intenzione, da parte della Regione, di donare due murales alle due "case" delle statue: Reggio e Riace.

Due murales per Reggio e Riace dedicati ai Bronzi

Saranno inaugurati, presumibilmente, nell'estate 2023 e ad occuparsi della loro creazione sarà l'artista che ha realizzato anche il murales di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino a Palermo, divenuto famoso in tutto il mondo. Si tratta di Andrea Buglisi, classe 1974, diplomato in Decorazione all’Accademia di Belle Arti e dal 2005 titolare della cattedra di Discipline Pittoriche al Liceo Artistico Catalano di Palermo. A parte il nome dell'autore, però, si sa ancora molto poco sull'iniziativa culturale che non potrà fare altro che arricchire i due Comuni della Metro City.

I wall painting, però, non saranno i primi ne per Reggio, né per Riace. Nel Comune principale della Città Metropolitana, infatti, una prima opera murale dedicata ai Bronzi esiste già dal 2019. Il suo nome è "Panorama" ed è stata realizzata dall'artista Flavio Favelli.

Nello stesso anno, prendeva forma, a Riace, il murales dell'artista peruviano Carlos Atoche, "Il sogno del guerriero", realizzato sul muro dell'Istituto comprensivo Riace Monasterace.

L'altra opera reggina, invece, è stata inaugurata proprio nel 2022, l'anno del Cinquantenario dei Bronzi, ed ha visto, per la realizzazione, la sinergia dell'Accademia di Belle Arti e di Legambiente, soggetto promotore della tradizione Corrireggio.

Nonostante l'esistenza di altri murales riguardanti i Bronzi, c'è da aspettarsi che l'opera in cantiere, vista l'importante ricorrenza del Cinquantenario sarà davvero maestosa e indimenticabile. Non resta altro da fare che attendere per svelare, a mano a mano, tutte le caratteristiche dei due murales, fino al giorno della loro inaugurazione.

Chi è Andrea Buglisi

Artista attivo dal 1996, si occupa di principalmente di Pittura, con particolare attenzione alle contaminazioni e ibridazioni con altri media espressivi. Le opere di Andrea Buglisi sono state presentate in mostre personali e collettive in Italia e all’estero, tra queste: Mart di Trento e Rovereto;RisoMuseo d’Arte Contemporanea della Sicilia; Galleria Regionale Palazzo Bellomo di Siracusa, Stadtgalerie di Kiel, Museum Kunstpalast di Düsseldorf, Biennale di Venezia etc. Nel 2017 ha progettato e realizzato il carro trionfale per il 393° Festino di S.Rosalia.

Dal 2018 è attivo nell’ambito della rigenerazione urbana di quartieri e luoghi a rischio della città, attraverso interventi artistici individuali e collettivi di arte pubblica e Street Art. Tra questi da ricordare, il murales “Fides” in occasione della rassegna “Cartoline da Ballarò” a Palermo di cui è anche curatore e “La porta dei Giganti” nei pressi dell’aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo per la quale vince il prestigioso riconoscimento internazionale “Best of may 2021” secondo l’autorevole portale Street Art Cities. Vive e lavora a Palermo.