Museo del Mare, Battaglia: 'Progetto bellissimo'. Mega: 'Valutiamo l'area in cui sorgerà'

Confronto al Comune di Reggio Calabria per proseguire gli step burocratici propedeutici alla realizzazione dell'opera faraonica

Torniamo a parlare del Museo del Mare.

L’opera faraonica, pensata e sviluppata nel lontano 2007, nella sua interezza prevedeva la nascita di un vero e proprio “Museo del Mediterraneo“, affacciato sullo Stretto all’interno del porto insieme al “Centro Polifunzionale” che sarebbe stato posizionato sul versante mare in corrispondenza della Villa Comunale.

Ideatrice dell’ambizioso progetto l’archistar israeliana Zaha Hadid.

Questa mattina, proprio in vista della realizzazione del Museo del Mare, le cui somme per finanziarlo sarebbero state già identificate dal Governo, si è tenuto un incontro all’interno di Palazzo San Giorgio. Presenti all’importante appuntamento, l’assessore Domenico Battaglia ed il presidente dell’Autorità Portuale dello Stretto Mario Mega.

“Un progetto bellissimo – ha detto l’assessore Battaglia ai microfoni di CityNow a proposito del Museo del Mare – Alla somma già destinata dal Ministero dei Beni Culturali per la realizzazione dell’opera di Zaha Hadid, noi interveniamo con un finanziamento aggiuntivo. Lavoreremo in stretta sinergia con l’autorità portuale per creare tutti i presupposti per la giusta collocazione e la migliore fruibilità di un polo attrattivo così importante per la città di Reggio Calabria“.

Soddisfatto per il proficuo confronto anche il dott. Mega.

“Quello di oggi è l’ennesimo incontro di una lunga serie per definire il percorso amministrativo e poter definire le aree in cui sorgerà il Museo del Mediterraneo – spiega il presidente Mega – Stiamo valutando gli spazi da occupare. E’ un passaggio molto importante perchè ci consentirà di programmare lo sviluppo della porzione di ponente del porto”.

Il delegato della giunta Brunetti inoltre non dimentica il quartiere Candeloro, indissolubilmente legato al progetto del Museo del Mare e già destinatario di un finanziamento per la riqualificazione:

“In questi giorni stiamo effettuando una pulizia straordinaria dell’area – conclude Battaglia – ed il finanziamento già assegnato sarà rimpolpato da un co-finanziamento dell’Autorità di Sistema Portuale. Con queste scelte confermiamo la nostra ferma intenzione di investire sul mare e sulla rinascita del Porto cittadino”.