All'Ordine dei Medici la consegna delle borse di studio agli studenti del liceo Vinci

La cerimonia dedicata agli studenti del liceo Vinci sarà occasione per condividere un importante risultato che vede la Calabria fare scuola al resto del Paese

Si terrà sabato 8 giugno alle ore 16,00, presso l’Auditorium dell’Ordine dei Medici di Reggio Calabria, la cerimonia di consegna di borse di studio attribuite agli alunni del liceo, distintisi per merito nel percorso sperimentale nazionale di biomedicina attivato dal liceo scientifico “Leonardo da Vinci”, grazie ad un protocollo d’intesa sottoscritto con l’Ordine dei Medici di Reggio Calabria.

PARTECIPANO

Insieme al dirigente scolastico, prof.ssa Giuseppina Princi, al presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Reggio Calabria, dott. Pasquale Veneziano, al dott. Domenico Tromba, referente per la componente medica del percorso di biomedicina, alla prof.ssa Torretta referente per la componente medica del percorso di biomedicina, interverranno docenti, alunni, genitori, esperti medici coinvolti nella docenza, autorità varie.

Per i saluti istituzionali il Sindaco della Città Metropolitana dott. Giuseppe Falcomatà e  il senatore Mario Pittoni Presidente della Commissione Istruzione, Cultura e Ricerca Scientifica al Senato.

La cerimonia sarà occasione per condividere un importante risultato che vede la Calabria fare scuola al resto del Paese. Il percorso di biomedicina ideato e sperimentato dal liceo e dall’Ordine già da otto anni, è stato, infatti, esteso a tutti i licei scientifici e classici del Paese grazie ad un accordo tra il MIUR, Direzione Generale degli Ordinamenti Scolastici e la Fnomceo, Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri.

Il liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria individuato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, scuola capofila di rete, attraverso la piattaforma web (www.miurbiomedicalproject.net), ha condiviso con i licei classici e scientifici individuati tramite bando pubblico promosso dal Miur, il modello organizzativo e i contenuti didattici del percorso riguardanti le lezioni dei docenti, quelle dei medici e i test di verifica.

Più di quattromila studenti, oltre quattrocento formatori ( 80 docenti di scienze e 323 medici), settanta licei individuati con bando del Miur, sono i numeri del secondo anno di sperimentazione del progetto ‘biologia con curvatura biomedica’. Il percorso di orientamento sanitario ha previsto, per le terze classi degli istituti selezionati, l’introduzione nel piano di studi dello studente della disciplina: biologia con curvatura biomedica. Le ore di lezione sono 150 nel triennio, 50 per ogni annualità scolastica di cui: venti ore di lezioni teoriche tenute dai docenti di biologia dei licei, venti ore di lezioni magistrali tenute da medici individuati dagli Ordini, dieci ore presso strutture sanitarie individuate dagli Ordini dei Medici Provinciali.

L’accertamento delle competenze è avvenuto in itinere, in laboratorio, tramite la simulazione di ‘casi’, e, ogni bimestre, attraverso la somministrazione di test di 45 test a risposta multipla. Il monitoraggio degli esiti dei test valutativi somministrati agli studenti ha rivelato una crescente positività dei risultati, registrata soprattutto a partire dal secondo test di verifica. Dai risultati mediamente sufficienti del primo test si è rilevato un significativo incremento nelle valutazioni riportate nei test successivi, i cui esiti sono stati in media buoni, ottimi e in diversi casi eccellenti.

Positivo anche il monitoraggio delle attività laboratoriali esterne svolte presso strutture sanitarie dell’intero territorio nazionale, in gran parte effettuate presso reparti ospedalieri di Dermatologia, Ortopedia, Ematologia, Cardiologia e presso i Centri trasfusionali di diverse città.

Tra le attività svolte anche incontri seminariali presso le sedi dei vari Ordini Provinciali dei Medici durante i quali gli studenti hanno potuto comprendere il ruolo dell’Ordine e delle istituzioni sanitarie, il codice di deontologia medica e i molteplici ambiti della professione medica.

Per tutti i medici coinvolti nel percorso la Federazione Nazionale dei Medici ha previsto il riconoscimento di crediti (ECM).

La Cabina di Regia Nazionale di cui fanno parte: Massimo Esposito (dirigente tecnico MIUR) Chillemi Maria Grazia ( MIUR), Giuseppina Princi (dirigente scolastico), Roberto Stella (Coordinatore dell’Area Strategica Formazione Fnomceo), Pasquale Veneziano (Presidente Ordine dei Medici R.C.), si insedierà, prossimamente, per valutare le candidature per l’anno scolastico 2019/20 a cui hanno aderito 96 Ordini Provinciali su un totale di 106 e si parla già di un coinvolgimento di 170 licei.

E’ un risultato lusinghiero affermano il dirigente Princi ed il Presidente Veneziano in quanto è in atto un intervento del MIUR per regolamentare l’indirizzo di studi e una revisione del numero chiuso a Medicina partendo proprio dal percorso di biomedicina di Reggio Calabria.

Seguici su telegramSeguici su telegram