Ponte di Ognissanti in moto, tra le mete italiane privilegiate c'è anche la Calabria

Sono circa 6,7 milioni gli italiani che si preparano a partire per il Ponte di Ognissanti, tanti lo faranno in moto. Tra le mete predilette c'è anche la Calabria

Sono circa 6,7 milioni gli italiani che si preparano a partire in vista del Ponte di Ognissanti, l’ultimo weekend lungo del 2019. Un calo abbastanza significativo rispetto al 2018, con un -7,1%, forse a causa delle previsioni meteo, che parlano di piogge e un significativo calo delle temperature.

Il meteo sfavorevole non sembra scoraggiare i viaggiatori, soprattutto l’87,5% di loro che sceglierà l’Italia, per un fine settimana alla scoperta delle bellezze patrie. Per i veri centauri, però, ciò che conta non è tanto la destinazione finale, quanto la strada che si percorre per raggiungerla. In sella ad una rombante moto, ovviamente!

Per loro, dunque, TrueRiders.it, portale di mototurismo del gruppo Valica, ha individuato 5 idee di vacanza, da Nord a Sud dell’Italia, tutte con tornanti da brividi o lunghi rettilinei sui quali dare un po’ più di gas alla moto.

Passo del Ghisallo, nel Triangolo Lariano

Delimitato dai due rami del Lago di Como, è qui che si trova anche il Santuario della Madonna del Ghisallo, a 754 metri sul livello del mare. La patrona dei ciclisti accompagna idealmente il viaggio anche dei riders, che qui possono fermarsi ad ammirare un moderno Museo dove sono narrate le gesta dei grandi come Bartali e Coppi. Il miglior modo per arrivarci? La panoramicissima salita da Bellagio.

Lago di Scanno, lo specchio d’acqua a forma di cuore

Meta ideale per una coppia di innamorati che, tra una curva e l’altra, potranno scorgere questo meraviglioso lago a forma di cuore. Scanno è la città dell’oro: qui si trovano numerosi artigiani che realizzano monili di rara bellezza. Come raggiungere Scanno? Passando per la Forca d’Acero, che collega Sora a Opi passando per una splendida – e fittissima – foresta appenninica.

Monti Cimini: il lago e la faggeta

Un antico vulcano, il suo lago e una gastronomia da far venire l’acquolina in bocca. Nella zona dei Monti Cimini vale la pena fermarsi sul lago di Vico, a 507 metri di altezza. I monti “ospitano” anche 60 ettari di faggeta, che in questo periodo si tinge delle bellissime sfumature d’autunno. Tra una curva e l’altra imperdibile l’assaggio di cacciagione, primi piatti al sugo di carne e dolci tipici.

Costa calabrese, tra borghi e mare cristallino

Circa 200 km di strade lineari che dalla Riviera dei Cedri giungono fino alla Costa degli Dei. Molto frequentato in estate, nel periodo autunnale questo itinerario offre il vantaggio di strade meno affollate. Un modo diverso per scoprire quelle località che sono principalmente meta di turismo balneare, ma non solo. Lungo il percorso si incontrano borghi d’autore come Fiumefreddo Bruzio o l’imponente Santuario di San Francesco di Paola. D’obbligo assaggiare il tartufo gelato di Pizzo, famoso e apprezzato in tutto il mondo.

In Sicilia, sulle strade di Montalbano

La fiction con protagonista il Commissario Montalbano, nato dalla penna di Andrea Camilleri, ha dato un’enorme visibilità a territori siciliani fino a quel momento poco noti. Meta di orde di vacanzieri stagionali, questi luoghi sono anche il paradiso dei centauri. Da Porto Empedocle a Scicli, passando per Licata e Gela, si percorrono circa 150 km, ammirando gran parte della costa meridionale siciliana che si alterna a borghetti caratteristici.

Seguici su telegramSeguici su telegram