L'amore è un linguaggio universale: la speciale recita dei bambini della Casa di Alice

Un coro di mani bianche è quello che i bambini della scuola dell'infanzia hanno messo in scena per la recita di fine anno apprendendo la lingua dei segni

Ogni anno è consuetudine terminare l’anno scolastico, nelle Scuole dell’Infanzia con una recita, che conclude il percorso didattico ed educativo dei bambini e che è spesso un’occasione per coinvolgere i genitori nel cammino dei propri figli.

Questo momento però, può diventare davvero speciale quando si va al di là della semplice messa in scena ma si vuole lanciare un messaggio più ampio e che tocca gli animi e i cuori della collettività, perché realizzato con attenzione e molta cura.

E’ ciò che accade al Nido e Scuola dell’Infanzia Paritaria “La Casa di Alice”, dove , la Direttrice, le Maestre di Sezione e la Maestra di fiabe Animate, ogni anno ideano il Progetto Educativo che si ispira a grandi Pedagogisti, sviluppando teorie e metodologie didattiche ed educative e che termina con uno Spettacolo interamente dai bambini. Ma quest’anno, i bambini si sono davvero superati, impegnandosi tanto in prima persona, per lanciare un messaggio di inclusione e di reale superamento della diversità, come racconta la Direttrice Dott.ssa Angela Campolo.

“Quest’anno, la “recità di fine anno”, che chiude il nostro Progetto Educativo è ispirato alla Teoria de "I 100 Linguaggi" del Pedagogista Loris Malaguzzi, promotore del “Reggio Children Approach”. La teoria dei “100 linguaggi”, supera la “parola”, come unico canale comunicativo dei bambini, per aprirsi ai molteplici linguaggi possibili, riconoscendo il bambino come portatore di mondi unici e differenti, tutti ugualmente validi ed esplorabili, superando la diversità come limite per scoprirla come opportunità.

Così, i nostri bambini durante l’anno, accompagnati dal nostro amico “Bla Bla Bla”, hanno vissuto un meraviglioso viaggio alla scoperta dei molteplici linguaggi possibili, scoprendo alla fine che, il linguaggio Universale superiore a tutti i linguaggi è il linguaggio dell’Amore e della Gratitudine, capace di superare ogni diversità e differenza, leggibile da tutti e da tutti comunicabile…

Abbiamo trovato in rete un brano cantato meravigliosamente dai bambini del “Coro Mani Bianche” e abbiamo deciso di realizzarlo anche noi.

Ci piacerebbe quindi condividere con tutti Voi il messaggio finale della recita, cantato dai nostri bambini in Lingua dei segni (LIS), momento al quale i bambini hanno dedicato tempo e impegno, nella convinzione che, se tutti facessimo un piccolo sforzo verso l’altro, le differenze potrebbero annullarsi….

Un ringraziamento Speciale quindi va a Genj Cabulliese, madre di una ragazza diversamente abile con la quale comunica attraverso la Lingua dei Segni, che, per tutto l’anno scolastico ha seguito i bambini e, in questo anno difficile, ci ha dedicato il suo tempo, il suo impegno e il suo grande Amore.”

L’amore è un Linguaggio universale.

Quando c’è amore tutto è possibile.

Per vedere il video, CLICCA QUI.