Reggina, Sasso: 'Lo spareggio con la Cremonese eravamo convinti di vincerlo'

"Alla Reggina il pubblico manca più che a tante altre squadre. Toscano ha pagato anche per colpe non sue"

Reggina-Cremonese ed inevitabilmente il ricordo va a quello spareggio perso dagli amaranto in quel di Pescara, davanti ad un Adriatico tutto amaranto. Reggina Tv ne ha parlato con il capitano di allora Rosario Sasso:

Un sogno che non si è realizzato

"Eravamo convinti di vincere quello spareggio, molto spesso però è il destino a decidere. Sarebbe stato il coronamento di un sogno, di una favola, di solito queste ultime si concludono con "tutti vissero felici e contenti" ed invece andò diversamente. Tutta quella gente sugli spalti a tifare per noi, peccato".

La Reggina di oggi

"Tornando ad oggi, dopo quella vittoria contro la Reggiana, è importante dare continuità e quindi fare il possibile per battere la Cremonese al Granillo. All'interno dello spogliatoio credo ci sia stata una svolta, calciatori colpiti nell'orgoglio. Ho visto la partita ed il modo con cui hanno affrontato il match, è stato totalmente diverso rispetto al passato. Per lo svolgimento dell'intera partita, era convintissimo che la Reggina alla fine l'avrebbe vinta. Il pubblico a Reggio è un elemento fondamentale, ma se non può incitare la squadra allo stadio, è importante lo faccia durante la settimana. Dispiaciuto per l'esonero di Mimmo Toscano, paga anche per colpe non sue".

foto: youtube.com