LFA Reggio: buona la risposta, ma come dice il DG Ballarino...

Vittoria comunque preziosa per il morale, la classifica e per allontanare nuove polemiche

Ristobottega

Non è stata la partita perfetta, ma sicuramente una prestazione decisamente diversa rispetto a quel deludente secondo tempo della LFA Reggio sul campo del Città di S. Agata, quest’ultimo poi sconfitto ad Acireale. Trocini ha riportato lo schieramento tattico a quel sistema adoperato per lunghi tratti della stagione e la quadratura sul piano della compattezza si è immediatamente vista soprattutto in fase difensiva. Quattro uomini davanti a Vercea, centrocampo a tre e due frecce al fianco di Bolzicco come Renelus e Provazza che sono stati devastanti per quasi tutto il match. Finalmente un atteggiamento più aggressivo, le solite tante occasioni da rete sprecate, ma tre si è riusciti a metterle dentro con la prima realizzazione di Provazza in maglia amaranto, il raddoppio di Bolzicco e Marras a chiudere i conti.
Ovviamente con diverse cose ancora rivedibili, perché il centrocampo nonostante la presenza di Barillà sembra non essere solido così come serve, avendo una predisposizione offensiva per caratteristiche giocatori come Mungo e Perri. Ma nel complesso e guardando quanto accaduto sul piano prestazionale in occasione delle ultime due sfide, comunque passi significativi in avanti, sperando che siano definitivi. Perché ha ragione il Dg Ballarino quando afferma che, nonostante la felicità per la vittoria e il comportamento della squadra, una sola partita ovviamente non può fare testo e che servono conferme. Partendo dalla prossima sfida, quella che si giocherà in casa della capolista Trapani, anche per dimostrare che la differenza con la corazzata granata non sia così evidente.