Reggina, Taibi: 'Prenderemo un calciatore a voi sconosciuto. Ma ci darà soddisfazioni'

"In Serie C abbiamo fatto bene, ma adesso c'è bisogno di altro"

Il Direttore sportivo della Reggina, Massimo Taibi, a tre giorni dall'esordio in Serie B della Reggina (in quel di Salerno alle ore 14:00) è intervenuto in conferenza stampa. L'incontro con i giornalisti è avvenuto nella sala stampa allo Stadio Oreste Granillo. Di seguito le sue dichiarazioni:

"Siamo qui per fare un punto della situazione alla vigilia del campionato di Serie B. Sarà una A2, ci saranno grandissime squadre. Mi sembra doveroso precisare alcune cose. Abbiamo fatto 30 operazioni di mercato, siamo una delle poche squadre che ha operato in questo modo dopo il lockdown. Tutte le società hanno delle problematiche. Io ho fatto delle scelte con il mister e il Presidente, a seguito di diverse riunioni. Abbiamo vinto la Serie C con 30 over per permettere alla Reggina di arrivare in alto. Quest'anno ci impongono 18 over. Ne sono dovuti uscire 12 + 5/6 ed era evidente un mercato in uscita così ampio. Ho ponderato e visto dove poter migliorare. In C ha fatto bene, ma la B ha bisogno di ben altro. Abbiamo mantenuto lo zoccolo duro, ma abbiamo potenziato tutti i settori. Quello che ci tenevo a precisare è che abbiamo fatto uno sforzo incredibile: convincere i calciatori ad uscire non è stato facile."

"Io sono del parere che diesse e calciatori passano, la maglia resta. Ho il dovere di fare scelte per questa piazza. In questi due anni, dove il sottoscritto ha commesso errori, un po' di credito ce lo siamo guadagnati. Il Presidente ha fatto sforzi incredibili per mettere tutto in ordine."

"Il primo anno abbiamo fatto i playoff, il secondo abbiamo vinto il campionato. Io non sono il tipo di persona che scappa dalle responsabilità. Io sono fiducioso e convinto di quello che è stato fatto. Voglio incitare la nostra gente, come ha sempre fatto, a stare vicino a questa squadra. Noi ne abbiamo bisogno del tifoso reggino. E non solo allo stadio. E non solo quando vinciamo. E' importantissimo essere tutti uniti. Voglio avvicinare tutti i calciatori a questa piazza. Fino a due anni fa non si voleva venire, adesso non vogliono andare via. Voglio precisare anche che quando faccio mercato cerco di ragionare con la testa, poi certo, si fanno degli errori."

"Non voglio polemizzare, ma si è fatta un po' di confusione per un calciatore che arriverà. Noi in attacco avremo bisogno di quattro giocatori. Non ci siamo indeboliti: abbiamo voluto prendere un quinto giocatore (Vasic ndr.). Per voi è sconosciuto, ma a noi darà soddisfazioni. Chiedo un po' di credito per quello che ho fatto bene."

"Ogni calciatore che è venuto a Reggio, è stato gratificato. Grazie alla Reggina, i calciatori che sono andati via, sono in altre società con contratti importanti."