Reggina, Taibi: 'Se andiamo in B, punteremo ad un campionato di vertice'

"Per come ci eravamo lasciati, per me è più importante la rivalutazione dell'uomo rispetto al risultato sportivo

Lungo intervento del DS Massimo Taibi a Passione Amaranto sulle ultime novità riguardanti il campionato di serie C:

"E' il momento delle decisioni. La cosa più importante per noi è arrivare in serie B. Se ci arriviamo a tavolino o con la ripresa del campionato va bene lo stesso. Mi sembra di capire da quello che ho letto che il problema principale è rappresentato dalla quarta promozione, ma qualunque decisione si prenda, andrà a scontentare qualcuno.

La nostra fortuna è quella di avere un centro sportivo che ci consentirà in caso di ripresa di essere attrezzati, ma questo è un privilegio di pochi, fermo restando che la Reggina si sta muovendo su due strade come detto in precedenza. Se il 4 maggio ci dicono che dobbiamo tornare in campo saremo pronti.

Sicuramente, qualora non si dovesse ripartire, non c'è dubbio che le prime tre debbano andare in serie B, soprattutto nel nostro girone sono state giocate trenta delle trentotto partite. Il Consiglio Federale è previsto tra il 7 ed il 10 maggio e per quella data speriamo di sapere quello che accadrà.

Essendo quella del Consiglio Direttivo solo una proposta, sono d'accordo con Ghirelli che la notizia non sarebbe dovuta uscire, anche perchè il presidente ne avrebbe voluto prima discutere con i presidenti delle altre leghe, ma ormai è andata.

Se dovessero congelare la stagione e noi non andare in B? Sarò il primo che andrà ad incatenarsi.

Il mio lavoro è sotto gli occhi di tutti. Lo scorso anno, in mezzo a mille difficoltà, abbiamo raggiunto il secondo turno dei play off. Quest'anno, con una programmazione più importante, sono arrivati questi risultati. Di questi due anni sono molto contento, ma la cosa che più mi rende felice è aver messo la faccia in una città che amo e per come ci eravamo lasciati. Per me è più importante la rivalutazione dell'uomo rispetto al risultato sportivo.

Il futuro? Appena avremo la certezza di quello che sarà, ci siederemo insieme al presidente per programmare il futuro, sperando che questo sia in serie B. Confermo quanto detto dal massimo dirigente, se dovessimo andarci costruiremo un organico che possa puntare al vertice, che non significa arrivare necessariamente primi o secondi. Vorrei ricordare che anche per questa stagione abbiamo sempre parlato di un campionato di vertice e poi avete visto cosa si è riusciti a fare. Parlare di mercato è prematuro e soprattutto scorretto verso questo gruppo che in questo campionato ha fatto qualcosa di incredibile, ci sarà tempo per farlo".