Reggina: Taibi e gli obiettivi per il settore giovanile. Già individuati i nuovi tecnici

Dettate le linee guida, il nuovo responsabile segue con particolare attenzione allenatori e calciatori

Nel lungo intervento su Reggina Tv, dopo aver parlato di prima squadra, il Ds Taibi fissa tempi ed obiettivi per il settore giovanile della Reggina: "Sono stato responsabile del settore giovanile già a Modena e ti assicuro che è molto faticoso. Ho preso in mano questo della Reggina e prima non me ne interessavo, essendo molto concentrato sulla prima squadra. C'è da lavorare moltissimo, arrivo quando tutte le scelte sono state già fatte ed a me non resta che dettare le linee guida, cambiare modo di agire e pensare e tutti si stanno impegnando per questo. Ci vuole del tempo, almeno quattro o cinque anni e nell'arco di questo tempo speriamo di essere in grado di non andare più a prendere i giocatori dai settori giovanili dell'Atalanta o della Juventus. Intanto lavoriamo duramente in questa stagione, a giugno tireremo le somme".

Calciatori e tecnici reggini di nascita o di adozione

"Il mio obiettivo è quello di costruire un settore giovanile con giocatori reggini perchè tutti sappiamo che a Reggio e provincia ci sono tantissimi bravi calciatori. Poi, nessuno me ne voglia, l'altro obiettivo è quello di far allenare all'interno del settore giovanile tutti quei calciatori che hanno indossato la maglia della Reggina e quindi hanno un forte senso di appartenenza. Almeno il cinquanta per cento di quelli che hanno giocato nella Reggina e vivono a Reggio voglio portarli ad allenare da noi".