Reggina, Toscano: 'Da adesso e fino al 22 dicembre periodo importante, per tutto'

"Voglio un pubblico numeroso, i tifosi fondamentali per i nostri successi"

Si gioca in anticipo il match tra Reggina e Rende domani sera alle 20.45. La presentazione, come ogni settimana, affidata a mister Toscano: "E' la prima volta che con il Rende ci troviamo confronti. Sono stato li calciatore e poi allenatore del settore giovanile, la mia carriera è iniziata a Rende e vorrei ricordare pure che abito a cinquanta metri dallo stadio.

Sono in salute e lo dimostra il rendimento delle ultime partite. Dobbiamo alzare le antenne, ma è un derby e bisogna mettere la stessa attenzione di sempre, al pari di quella che metteranno i nostri avversari. Se non sei consapevole di questo la superiorità tecnica si annulla. Da adesso e fino al 22 dicembre è un periodo importante, per tutto. E' necessario rafforzare questi numeri, nel momento in cui tutti pensano che ci possa essere un calo.

Voglio massima concentrazione, ripeto, fino al 22 dicembre è troppo importante non perdere punti. Riguardo l'atteggiamento del Rende, cercano sempre di darti fastidio sin dalla costruzione e questo potrebbe essere un vantaggio o una svantaggio, dipende da come ci comporteremo noi.

Una squadra consapevole e sicura di quello che vuole fare a prescindere dal sintetico, dalla pioggia o da altro, trova il sistema per vincere le partite. I numeri che riguardano il passato dal punto di vista statistico, non li prendo in considerazione. Per battere il Rende dobbiamo utilizzare le armi che abbiamo a nostra disposizione, a prescindere dalla storia delle due squadre in serie C.

Il 22 dicembre sarà il primo traguardo e quindi iniziare a tirare le prime somme. Impossibile dare per fuori completamente chi oggi è lontano dal vertice come Catania e Catanzaro, faranno di tutto per accorciare. Dopo la sosta inizierà un nuovo campionato. Dal pubblico mi aspetto una grande risposta, tutti insieme e quindi con i nostri tifosi, dobbiamo arrivare al 22 dicembre con il massimo dei punti, la loro presenza è troppo importante.

Sono contento del rendimento di Doumbia, detto questo fatemi parlare solo del gruppo. Tranne Rubin che non intendo rischiarlo pur avendo recuperato e Marchi, tutti a disposizione.

Gagliardi? Ci vediamo spesso ed il ricordo è quello della salvezza miracolosa, ma conosco bene il presidente Coscarella, il magazziniere, vedrò tutti con grande piacere".