Reggina, Toscano: 'Abbiamo ampi margini di miglioramento, che porteranno punti in più'

"Abbiamo la nostra identità, e non la cambieremo"

Il tecnico della Reggina, Domenico Toscano, ha incontrato i giornalisti alla vigilia della gara contro il Cosenza, in programma martedì alle ore 21.00 allo Stadio Oreste Granillo di Reggio Calabria.

Una sfida speciale, ma difficile

"Sarà una partita non come le altre. Ogni derby è una partita a se. Affrontiamo un Cosenza ben organizzato che non ha mai perso. E' riuscita a rimontare due partite difficili contro squadre forti. Sarà una squadra che vorrà fare la partita, è molto compatta ed equilibrata. Hanno nel reparto avanzato grandi qualità."

Limare i dettagli

"A prescindere dal risultato di sabato, noi guardiamo la prestazione e dobbiamo crescere. In questi due giorni abbiamo parlato tanto di queste situazioni. Dobbiamo essere non arrabbiati, ma rammaricati. Manca poco per poter limare dei dettagli. L'unico rammarico è non avere più tempo per preparare la gara, e non avere la grande cornice di pubblico che meriterebbe questo tipo di partita."

Stima e affetto nei confronti di Occhiuzzi

"Per me è una sfida particolare, sono stato diversi anni a Cosenza. Conosco bene Occhiuzzi, c'è un rapporto di stima e affetto e gli faccio i complimenti per il lavoro fatto. Speriamo sia una bella partita."

L'affetto dei tifosi

"Mi sento di dire che sentiamo l'affetto dei tifosi anche se non sono in campo con noi. Dispiace non poter condividere con loro le emozioni del campo."

L'errore di Rossi contro la Virtus Entella

"Gli errori? Non valutiamo il singolo. Ci sono diversi errori collettivi. Potevamo fare meglio sicuramente, nessuno ha buttato la croce su Rossi."

La migliore formazione possibile

"Rolando sarà disponibile. Abbiamo anche domattina per valutare qualche altra soluzione per la formazione. Manderemo in campo la migliore formazione possibile. La gara di domani richiede grande fisicità e intensità. Delprato sarà disponibile, Plizzari deve fare il tampone."

Identità

"Abbiamo la nostra identità, e non la cambieremo. Sarà diversa dalle altre. Ma dovremo avere il nostro atteggiamento. Rispetto allo stravolgimento del gruppo, siamo piuttosto avanti sul capire e leggere il gioco. Ho detto sempre, e continuo a ribadirlo, che noi abbiamo ampi margini di crescita, che limeremo per ottenere qualche punto in più. I nostri portieri sono stati inoperosi in queste prime gare."