Reggio, Nucera: "100 idee per aiutare i giovani e combattere la desertificazione"

“Bisogna promuovere la cultura d’impresa stimolando e supportando i giovani". Le parole dell'imprenditore Giuseppe Nucera

“Un incontro strategico per mettere in luce le tante soluzioni a sostegno dello sviluppo delle zone interne”.

È il commento di Giuseppe Nucera, promotore del movimento indipendente “La Calabria che vogliamo” e candidato alla presidenza della Regione, che all’incontro di Gambarie, località montana del comune di Santo Stefano in Aspromonte (Reggio Calabria),  “Costruiamo insieme la nostra città metropolitana”, al quale hanno partecipato molti sindaci dell’area del parco dell’Aspromonte, ha portato la sua esperienza in qualità di imprenditore di successo del settore turistico ed ex presidente di Confindustria Reggio Calabria.

“Bisogna promuovere la cultura d’impresa - ha detto Nucera - stimolando e supportando i giovani nella creazione di realtà imprenditoriali. In tal senso il mio impegno è quello di aiutarli con le 100 idee di impresa che ho individuato nel contesto delle risorse del territorio dell’Aspromonte, affinché ogni comune metta insieme uno o più giovani che siano realmente motivati a fare impresa".

L'imprenditore ha spiegato:

"Noi possiamo aiutarli, sia con una politica finanziaria ovvero quella del finanziamento che può dare “Microcredito Italia” fino a 35 mila euro, con incubatori d’impresa per assistere il giovane dall’inizio alla fine, ma soprattutto iniziando a mettere in moto quelle che sono le ricchezze della Calabria per bloccare la pericolosa desertificazione dei paesi e delle zone interne, da dove ormai i giovani ed intere famiglie stanno scappando”. 

Nucera conclude:

“Noi tutti, sindaci, amministratori locali e regione Calabria abbiamo un dovere quello di bloccare questa emorragia di risorse che sono fondamentali per il rilancio del nostro territorio, perché un Paese senza giovani non ha futuro. Possiamo promuovere e mettere in atto tante iniziative, per dare un volto nuovo alla Calabria, una regione ricca sul piano dell’agricoltura e del turismo. Su questa scia un ruolo importante potrebbe avere lo sviluppo dell’agricoltura biologica, perché la Calabria è il luogo più adatto dove poterla sviluppare”.

Seguici su telegramSeguici su telegram