Reggio, Malara: 'Giovani, cultura e partecipazione per superare la crisi'

La settima commissione consiliare di Reggio Calabria guidata da Nino Malara punta su giovani, cultura e sport

Il presidente della settima commissione Malara prosegue l'attività della Commissione puntando su giovani, sport e cultura.

"Nostri ragazzi protagonisti dei processi decisionali"

palazzo san giorgio

Il consigliere comunale di Palazzo San Giorgio Nino Malara, all'interno della settima commissione consiliare, di concerto con tutti i componenti della commissione, sta mantenendo vivo il dialogo e il confronto con gli attori sociali direttamente coinvolti di sport e cultura.

Malara sottolinea come la crisi sanitaria scatenata dalla pandemia ha determinato pesanti ricadute su quei settori che già prima dell’emergenza dovevano fare i conti con fragilità strutturali e dichiara:

“C’è un'attenzione altissima. In particolare sul mondo dello sport e a breve avremo un incontro operativo con gli assessori Muraca e Albanese proprio per capire lo stato dell'arte con riferimento ai settori dei lavori pubblici e delle manutenzioni, per quel che riguarda gli impianti sportivi. Ma stiamo anche lavorando sul versante culturale . L'obiettivo è di promuovere i valori e i principi più autentici dello sport. Con lo sguardo rivolto al tema delle fragilità sociali. Un indirizzo che prenderà forma in un'apposita "Carta dei valori" su cui stiamo attivamente lavorando”.

"Coinvolgere i giovani in modo autentico"

Giovani, cultura e partecipazione, sono altri argomenti centrali nel lavoro che il consigliere Malara sta portando avanti e piega:

“Una componente fondamentale sono proprio i giovani e con il progetto "Chiediamolo a loro" "abbiamo già avuto un eccellente riscontro. I ragazzi di Reggio sono animati da tanto entusiasmo ma anche tanta sensibilità e attenzione verso i temi sociali e le categorie più deboli, come le famiglie che versano in condizioni di difficoltà economica a causa del Covid".

"I nostri giovani hanno tanto da dire e da offrire - conclude il consigliere Malara - in termini di idee e nuova progettualità. Dobbiamo continuare ad impegnarci per farli riavvicinare alla politica, coinvolgendoli in modo autentico e fornendo loro degli strumenti con i quali possono essere attori protagonisti all'interno dei processi decisionali".