Reggio, Maria Antonietta Rositani lascia il GOM: 'Chi mi voleva morta mi ha vista rinascere'

Dopo quasi due anni di ricovero tra il Policlinico di Bari e del Riuniti di Reggio Calabria, Maria Antonietta Rositani torna finalmente a casa.

Grande emozione all'esterno del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria. Dopo quasi due anni di ricovero tra il Policlinico di Bari e del Riuniti di Reggio Calabria, Maria Antonietta Rositani torna finalmente a casa.

Alla soglia del nosocomio reggino erano presenti i figli, il papà e tutti coloro i quali si sono occupati di lei nell'estenuante periodo in cui è stata in cura.

PAPA' MI HA RIPORTATO FUORI, COME PROMESSO

"Sono ancora un po' confusa." Ha dichiarato Antonietta ai microfoni di CityNow. "Ho provato tantissime sensazioni, se penso che l'ospedale era la mia casa ormai (...). Papà mi ha riportato fuori come mi aveva promesso."

CHI MI VOLEVA MORTA, MI HA VISTO RINASCERE

"Mi hanno detto che sarei uscita nella serata di lunedì, quando hanno riscontrato che il riscontro degli innesti è stato positivo. Tornerò comunque due volte a settimana in sala operatoria per le medicazioni. Sarà un lungo percorso in salita. Adesso però -conclude- sto a casa con i miei figli, torno a fare la mamma. Chi mi voleva morta, oggi mi ha visto rinascere. Sono felice."