Reggio, al Riuniti un gesto d'amore: marito salva la vita alla moglie

Pochi giorni ancora e i coniugi potranno nuovamente abbracciarsi per continuare la loro vita all'insegna del vero amore

A seguito di lunghi anni di sofferenza ed interminabili liste d’attesa, finalmente Biagio Salerno è riuscito a salvare la moglie, Concettina Giunta, grazie alla donazione del proprio rene. 63 anni lui e 57 lei, sono originari di Serra San Bruno. Un gesto d’amore che vale vita.

LA VICENDA

Una storia tanto lunga quanto ricca di dolore, ma poi con il timbro del lieto fine, come accade nelle migliori favole. Giovedì scorso, infatti, presso il Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria, Biagio e Concettina si sono sottoposti all’intervento che ha dunque permesso al marito di porre fine alle sofferenze della consorte.

Da ormai sei anni, la moglie, a causa dei suoi reni policistici non conduceva più una vita normale: sottoporsi a dialisi in attesa di un donatore era ormai cosa abituale. Correre da un ospedale all’altro per esami e controlli non faceva altro che peggiorare lo stato della signora. Il marito, stanco di veder soffrire Concettina, decide di donare lui stesso un rene per porre fine a questa situazione, divenuta ormai al limite.

PRATICHE BUROCRATICHE

Una volta presa la decisione, Biagio diede inizio alle pratiche burocratiche, che allungarono il tempo di attesa in quanto ostiche e complesse. Poi finalmente è arrivato il consenso e la coppia si è sottoposta simultaneamente all’intervento chirurgico.

OPERAZIONE ANDATA A BUON FINE

A seguito dell’intervento, la moglie è stata trasferita in una sala asettica e potrà ritornare a casa tra una ventina di giorni circa; il marito si trova in una stanza a parte. Manca dunque poco, ed i due potranno nuovamente abbracciarsi, tornare nella loro cittadina e condurre una vita finalmente normale all’insegna del vero amore.

Seguici su telegramSeguici su telegram