Reggio, sommozzatori a lavoro: scoperto un nuovo reperto archeologico?

Qualcosa si nasconde nelle acque dello Stretto? I sommozzatori di Reggio Calabria sono impegnati in un intervento ancora 'top secret'

Qualcosa si nasconde nelle acque dello Stretto? Come già riportato dai colleghi di ReggioTV, nella giornata di ieri e di oggi, e probabilmente anche in quella di domani, i sommozzatori del nucleo Carabinieri Subacquei e quelli del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale, sono stati impegnati in un intervento ancora 'top secret'.

Gli operatori sono stati avvistati nei pressi della spiaggia antistante la statua della Dea Athena, all'Arena dello Stretto.

Al momento non si sa ancora nulla di preciso, solamente che la richiesta di intervento è pervenuta ai Carabinieri direttamente dalla Soprintendenza di Reggio Calabria.

Cresce dunque l’interesse attorno a questo “strano” movimento di ricognizione dei fondali. Nel frattempo bocche cucite e massimo riserbo, non solo da parte dei militari dell’arma, ma anche dei responsabili del Ministero dei Beni Culturali.

Fonte: Rtv

Seguici su telegramSeguici su telegram