La via dei Borghi, grande successo per la tappa di Palizzi Superiore

Un paese quasi nascosto che all'improvviso si svela con la sua magnificenza e la sua storia. La tappa di Palizzi de 'La via dei Borghi'

Si è conclusa domenica 29 settembre a Palizzi Superiore la prima tappa della seconda parte del progetto La via dei borghi.

Molti i curiosi che hanno deciso di trascorrere la domenica alla ricerca delle tante suggestioni che il borgo di Palizzi sa regalare. Un paese quasi nascosto che all’improvviso si svela con la sua magnificenza e la sua storia.

Il progetto, nato dalla sinergia tra le associazioni Kalabria Experience e Il giardino di Morgana, si è avvalso dei patrocini della Città Metropolitana di Reggio e del Consiglio Regionale della Calabria.

Il percorso si è snodato dal castello verso la parte bassa del borgo, tra angoli suggestivi e scorci prospettici verso la chiesa protopapale di Sant’Anna. Il racconto è stato arricchito dalla partecipazione del sig. Vincenzo Calabrò che ha accompagnato i visitatori nei catoi e nelle pagine dei suoi ricordi.

Importante la collaborazione con l’azienda agricola Altomonte e con il giovane imprenditore Emanuele Maisano, che ha saputo accogliere sintetizzando al meglio i sapori, i vini e la squisita ospitalità di queste contrade. Si conferma anche a Palizzi uno degli obiettivi de La via dei borghi che è quello di irrobustire la rete sinergica di collaborazione con giovani che decidono di investire concretamente sul territorio calabrese.

La conclusione della giornata si è svolta sul ponte dello Schiccio dove i racconti di questi luoghi di Edward Lear hanno fatto riecheggiare in queste viuzze i pensieri dell’inglese che qui passò nell’agosto del 1847. Conclusa la tappa, adesso spazio al contest fotografico sul gruppo di promozione territoriale Iuntamu, attraverso il quale si potranno rendere visibili sul web le bellezze di questi luoghi.

PROSSIMA TAPPA

Il prossimo appuntamento con La via dei borghi sarà il 27 di ottobre a Feruzzano Superiore.

Seguici su telegramSeguici su telegram