Reggio, spiaggia Capannina al degrado assoluto

La "denuncia" di Pasquale Imbalzano

“La condizione della spiaggia della Capannina in località Calamizzi, storica e affezionata meta balneare di tanti reggini durante il periodo estivo, appare  a dir poco drammatica  e degradante, caratterizzata da discariche di rifiuti mestamente disseminate a macchia di leopardo tra la sede stradale e il litorale, nonchè fogne a cielo aperto che sgorgano, insozzandolo, il meraviglioso specchio d’acqua antistante il quartiere di Gebbione,  uno dei più popolosi rioni della città, senza che questo provochi un moto di dignitosa reazione da parte degli indolenti amministratori e del Sindaco ”.

E' quanto afferma Pasquale Imbalzano, Consigliere Comunale di Forza Italia nel civico consesso reggino.

“Eppure, proprio in vista dell’imminente ultimazione dei lavori del Parco Lineare Sud, che ricordiamo buona parte del rispettivo tracciato si adagia dolcemente sull’arenile di sabbia d’oro della rinomata Calamizzi, sarebbe certamente necessario che l’Amministrazione Comunale intervenisse con rapidità nel rimuovere questo autentico scempio , che macchia in maniera violenta l’immagine di Reggio città turistica e ci consegnano,  invece,  la Reggio  dolente da cui tutta la cittadinanza desidera rifuggire.

Tuttavia, abbiamo motivo di dubitare fortemente che , nonostante gli attuali esordi della campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale e del Sindaco del prossimo 20 e 21 settembre, gli stessi cittadini mascherati da amministratori, alcuni in braccio a Morfeo per oltre sei anni di consiliatura e altri noncuranti per natura, possano destarsi dal torpore e definitivamente assumere senza infigimenti tutte le iniziative che permettano di tamponare il degrado autentico di questo luogo e renderlo finalmente frequentabile senza rischi per la salute pubblica.

Allo stesso modo di come  appariva originariamente splendido e accogliente non troppi lustri fa”, aggiunge Pasquale Imbalzano.

“Seppur questa Amministrazione non riesce più a provare stupore e meraviglia, ed è già come defunta perchè i suoi occhi sono incapaci di vedere, continueremo a denunciare il degrado esistente in molti luoghi (divenuti non luoghi) di Reggio, affinchè si possa sino al termine di questo ostile periodo amministrativo a guida Falcomatà&soci porre un serio argine a tale inesorabile decadimento urbano e sociale.”, conclude Pasquale Imbalzano.