Regionali, Conte a Reggio Calabria: 'Non votate per gli amici degli amici. E' il momento di cambiare'

"Date fiducia ad un progetto serio e credibile come il nostro. Amalia Bruni è la persona giusta per far rinascere la Calabria"

Giuseppe Conte in riva allo Stretto in vista delle elezioni regionali in Calabria. Quando la clessidra relativa all'appuntamento con le urne va svuotandosi, il leader dei 5 Stelle arriva in Calabria per fare il pieno di consensi, forte di una popolarità che non si è mai affievolita anche da dopo la sua esperienza a Palazzo Chigi.

"Io non sono qui per chiedere la 'x' nella cabina elettorale, ma per chiedere partecipazione attiva, serve un'onda che ci dia sostegno. Abbiamo riaperto le iscrizioni ai 5 Stelle, se avete progetti che volete realizzare per Reggio Calabria, iscrivetevi e fate le vostre proposte. Conosciamo bene quali sono le difficoltà della vostra bella città, a partire da una strada che viene chiamata 'strada della morte', è una vergogna.

Non dimentico l'aeroporto, o il porto di Gioia Tauro, che abbiamo valorizzato e rilanciato e può diventare uno dei principali d'Europa, penso alle potenzialità di rafforzamento del retro porto che potrebbe dare centinaia di posti di lavoro.

Oggi sono qui e ci tornerò, all'interno della nostra squadra non ci sono lobby o legami con la 'ndrangheta, la massoneria deviata o altre situazioni poco trasparenti, siamo liberi e vogliamo agire nell'interesse dei cittadini. Questa è la nostra garanzia, non faccio altre promesse. Possiamo anche commettere errori, possiamo riconoscerlo, e potremo sempre guardare negli occhi i nostri elettori", le parole di Conte davanti a un pubblico che riempie Piazza De Nava.

Fedele alla misura simbolo dei 5 Stelle, Conte aumenta i giri della voce e della passione quando si sofferma sul reddito di cittadinanza, agitandolo come un presidio di dignità sociale.

"C'è una vergognosa campagna contro il reddito di cittadinanza, i percettori di tale introito vanno in difficoltà e non c’è nulla da vergognarsi anzi si dovrebbe vergognare lo Stato perché ci sono persone che vivono in una povertà assoluta e prima che arrivassimo noi non è stato fatto nulla per loro. Non permetteremo mai che venga cancellata questa misura di protezione sociale, a loro dobbiamo garantire dignità".

L'ex premier infine si sofferma sulla scelta di Amalia Bruni quale candidata ideale per guidare il processo di rinascita della Calabria, alle prese con numerose problematiche irrisolte da troppo tempo.

"Amalia Bruni era titubante se accettare questo incarico, perchè era impegnata con la sua attività professionale, lei non è una politica ma dirige un centro di eccellenza nel campo neurologico. Ha accettato di essere candidata per la presidenza della regione Calabria con grande senso di responsabilità.

Adesso più che mai è importante scegliere bene, non votate per 'gli amici degli amici' ma date fiducia ad un progetto serio e credibile come il nostro. Vi garantisco che quando il Movimento 5 Stelle sposa un progetto, crede fortemente in quel progetto come in questo caso con Amalia Bruni", conclude Conte.