Salvini a Reggio, Day after. Imbalzano a Citynow: "Qui non funziona niente. La lega ha voglia di cambiamento"

Nel day after salviniano reggino, il consigliere comunale leghista Emiliano Imbalzano, commenta con orgoglio la visita di Matteo Salvini

Matteo Salvini lascia la Calabria.

La full immersion di ieri del leader leghista sul territorio calabrese ha lasciato il segno. In poche ore il 'capitano' della Lega (così viene chiamato dai suoi sostenitori) ha toccato Catanzaro, Vibo e Reggio e il bilancio ed il 'bagno di folla' in Calabria, per il movimento leghista, rimane positivo.

Nel day after salviniano reggino, il consigliere comunale leghista Emiliano Imbalzano, commenta con soddisfazione ed orgoglio la visita di Matteo Salvini in Calabria ed in particolare l'incontro all'interno della Sala Calipari di Palazzo Campanella.

"E' davvero incredibile quello che è successo ieri, non ho mai visto la Sala Calipari così piena. Non era immaginabile una così ampia partecipazione in un giovedì pomeriggio prenatalizio - spiega Emiliano Imbalzano - La sala era piena e molta gente è rimasta in piedi quindi eravamo almeno un migliaio di persone".

Numeri a parte, durante l'incontro di ieri, Matteo Salvini ha parlato ai reggini affrontando discorsi 'per i reggini'.

"Salvini ha dimostrato di conoscere bene il nostro territorio. Sulla Statale 106 ad esempio la Lega ha presentato diversi emendamenti in manovra economica per un totale di 400 milioni di euro. In poco meno di due anni nella nostra provincia Salvini è venuto almeno sei sette volte. Solo lui sta dimostrando un interesse concreto nei confronti della nostra regione. Sono stati fatti studi approfonditi per le infrastrutture di Reggio Calabria. Sulla 106 si vuole intervenire, è la strada più vergognosa d'Europa".

Dentro l'aula, tutti salviniani eccetto uno. Fuori dal coro arriva lei, giovane marchigiana, pronta a urlare il proprio dissenso. Verrà poi accompagnata fuori dall'aula e portata in Questura.

"Su mille persone entusiaste una sola ha espresso il proprio dissenso. La contestatrice ha urlato davanti a tanta gente che non la pensavano come lei. Le sardine? Al momento sono un movimento democratico e ci va benissimo tutto ma non si capisce cosa stanno dicendo né quale sia il senso della loro contestazione. Non capisco poi cosa possa c'entrare la canzone Bella Ciao...".

Secondo il leghista Imbalzano infine "le persone hanno capito che c'è una reale voglia da parte della Lega di cambiamento e di contribuire a rompere un sistema che vede la Calabria e Reggio Calabria piano piano morire. Ci rimane soltanto il sole e il mare...".