Tansi: 'Salvini sei un fesso. I calabresi che votano Lega sono contro natura'

Il candidato consigliere rincara la dose dopo l'annuncio della querela da parte del leader del Carroccio

"Salvini ha annunciato di querelarmi per avere detto che "in Calabria chi vota Lega vota la 'ndrangheta e che fino a poco tempo fa i leghisti ci chiamavano terroni e puzzolenti"".

Sono le parole di Carlo Tansi, candidato al Consiglio Regionale della Calabria a sostegno di Amalia Bruni, nei confronti diMatteo Salvini. Poche ore fa, infatti, il leader del Carroccio ha annunciato la querela per l'ex capo della ProCiv, in seguito ad alcune frasi dai toni piuttosto taglienti.

La replica di Tansi a Salvini

In poco tempo è arrivata anche la controreplica.

"Caro Salvini, ti ricordo che quando in Padania pascolavate pecore e buoi, qui in Calabria c'erano un certo Pitagora e la Magna Grecia. Noi siamo questi e non i figli dei Mancuso, dei Lanzino e dei Grande Aracri di merda! Che ora mi querelino anche loro insieme a Te.

Per questo, caro Salvini, fesso sei Tu e i Calabresi che votano Lega! Un calabrese che vota Lega é contro natura, é come mettere il pecorino sulla nutella.

AncheSalvatore Borsellino, fratello di Paolo - che ha affermato "la Lega in Calabria imbarca ex inquisiti per ndrangheta" - é un fesso?".