San Giorgio Morgeto, encomio istituzionale a due militari dell'Arma

I due Carabinieri hanno salvato un bimbo di due anni

Ha avuto luogo, presso il Palazzo Comunale di San Giorgio Morgeto, la consegna dell’Encomio istituzionale che il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria, Antonio Marziale, ha tributato al maresciallo ordinario Roberto Caruso, comandante la locale stazione dei carabinieri, e al vicebrigadiere Vincenzo Elia.

“I due militari dell’Arma - spiega il Garante - nel marzo scorso, in piena emergenza Covid-19, si trovavano in un quartiere periferico di Polistena dove tanta gente si dava disperatamente da fare per rianimare un bimbo di due anni in preda a convulsioni. Senza indugio, hanno caricato sull’auto di servizio il piccolino che respirava flebilmente, e mentre Elia guidava, Caruso praticava massaggi e respirazione artificiale, a rischio personale e dei propri familiari, considerato il periodo di particolare emergenza sanitaria legata al Coronavirus. Giunti al locale nosocomio i militari hanno affidato il piccolo alle cure dei medici i quali fortunatamente hanno scongiurato il peggio”.

Per Marziale:

“Si tratta di un gesto che va ben oltre il dovere ed è frutto di quei sentimenti di amore che ogni adulto dovrebbe esprimere nei confronti delle persone più indifese, specie verso i più piccoli. Pertanto, ho ritenuto doveroso che il Garante dei piccoli calabresi dicesse ‘grazie dal profondo del cuore’ a nome di tutti i bambini che nelle Forze dell’ordine trovano un sicuro punto di riferimento”.

Presenti alla consegna, Pasquale Crupi, Commissario prefettizio della terna straordinaria che guida il Comune di San Giorgio Morgeto - il quale ha fatto sapere di avere inoltrato alla prefettura reggina ‘il conferimento ai due carabinieri di una medaglia al valor civile’ - e il Capitano Marco Catizone, Comandante la compagnia dei carabinieri di Taurianova.