Tiktoker calabrese spopola sui social e arriva a 'Striscia' grazie alle sue capre

Saverio Riccelli ed il suo tormentone "E comu iamu", dopo TikTok, sbarcano anche sul piccolo schermo

Saverio Riccelli, in arte padrone di "Manuè" e tante altre fantastiche e dolci capre, è il fenomeno social del momento. Il giovane calabrese, originario di Belcastro (provincia di Catanzaro), spopola, in particolar modo, su TikTok dove ha quasi raggiunto 1 milione di follower.

I video che è possibile trovare sulla sua pagina sono divertenti sketch in compagnia non solo di Manuè, vera e propria star dal pizzetto bianco, ma anche di Pasquà, Marco, Giovà, Carmè. Il suo ormai tradizionale "E comu iamu? Comu si bedu" è il tormentone che ha stregato giovani e meno giovani, tanto da diventare anche un motto da t-shirt.

Il giovane pastore calabrese, inoltre, è stato notato anche da Striscia la notizia:

"Comu iamu beddi quagliò? - ha detto Saverio in uno dei suoi ultimi video. Ringrazio Striscia la notizia per ieri sera. Grandi soddisfazioni. Grazie mille a tutti quanti per il supporto".

Il notiziario satirico, però, non è il primo programma tv a parlare di Saverio e delle sue capre, qualche giorno fa, infatti, ci aveva già pensato Propaganda Live su La7 che ha illustrato al pubblico italiano come, in controtendenza rispetto a molti altri, il giovane calabrese utilizzi i social mostrandosi esattamente per com'è: semplice e genuino.

Per vedere il video, CLICCA QUI.