Reggina: le date delle prossime due partite potrebbero slittare

Molto probabile che il campionato di serie B non finisca il prossimo 7 maggio

Prima l'Empoli adesso il Pescara, con l'Asl che ha bloccato la squadra abruzzese fino al prossimo 26 aprile, impedendogli di fatto di scendere in campo per le tre gare in calendario, due delle quali da giocarsi contro formazioni che lottano per lo stesso obiettivo della compagine guidata da mister Grassadonia (Cosenza e Ascoli, ufficiale il recupero con l'Entella per il 27 aprile). E questo, ovviamente, ha fatto scatenare la reazione da parte degli interessati e quindi la necessità di chiedere uno stop al campionato per riprogrammare questo finale.

Reggiana, prossimo avversario della Reggina, imbufalita

Le discussioni e le reazioni nel pomeriggio di ieri non hanno riguardato solo la questione sopracitata, ma anche la decisione del Giudice Sportivo di far rigiocare il match tra Empoli e Chievo, anch'esso non disputato per motivi legati al covid. La Reggiana, prossimo avversario al Granillo della Reggina, ha fortemente contestato la scelta, parlando di campionato falsato, essendo stata vittima di un 3-0 a tavolino per non essersi presentata all'Arechi di Salerno, perchè con 29 positivi nel gruppo squadra. Finale incandescente.

Saltano infrasettimanale e prossimo turno?

In tutto questo la Lega B ha convocato per domenica pomeriggio un'Assemblea d'urgenza insieme a tutti i presidenti di società per trovare una soluzione comune. Quasi certo lo slittamento del turno infrasettimanale, possibile anche quello del prossimo week end. Se così dovesse essere, la Reggina non giocherà la gara in trasferta contro la Cremonese e rimane come detto in dubbio quella successiva in casa con l'Ascoli. Domenica sera ne sapremo di più.