'Nessun diritto e tanti doveri': il racconto dei tirocinanti calabresi a Striscia - VIDEO

"Buon tirocinio ragazzi, che si trasformi presto in un lavoro vero". Il servizio di Erica senza K per Striscia la notizia

Striscia la notizia torna in Calabria. Questa volta l'inviata speciale è propria la 'nostra' Erica senza K che si occupa della situazione vissuta dai tirocinanti della regione, stanche di figurare come apprendisti e di sgobbare come lavoratori.

La mancanza di personale nella regione più a sud dello Stivale non è di certo una novità. E come sopperire? Attraverso l'assunzione di nuovi dipendenti? Perchè farlo quando esistono i tirocinanti? L'inviata di Striscia ha incontrato i lavoratori calabresi ormai allo stremo delle forze ed ha raccontato la loro storia agli italiani.

TIROCINIO

Il tirocinio è un percorso formativo limitato nel tempo, che dovrebbe portare ad un'occupazione. In Calabria però è diventato un lavoro sottopagato che, di rinnovo in rinnovo, rischia di durare una vita. In tutta la regione sono circa 7 mila i tirocinanti che dovrebbero svolgere percorsi formativi, ma che di fatto lavorano in uffici pubblici ed enti locali.

Negli uffici giudiziari di Catanzaro ce ne sono più di 150.

Guarda il video

Avete guardato Striscia la notizia stasera? Abbiamo dato voce ai tirocinanti calabresi che sono stanchi di figurare come apprendisti e di sgobbare come lavoratori.Buon tirocinio ragazzi, che si trasformi presto in un lavoro vero![ Guarda il servizio integrale sul sito di Striscia —> https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/tirocinanti-per-sempre_61680.shtml ]

Gepostet von Erica Senza K am Samstag, 16. November 2019

I tirocinanti ai microfoni di Striscia raccontano:

"Il nostro è un vero lavoro, mascherato da tirocinio a costo zero. Non abbiamo un contratto, siamo tirocinanti, cioè nessun diritto e tanti doveri. Un tirocinante guadagna 500 euro, in pratica un rimborso spese. Quindi noi, a tutti gli effetti ci stiamo facendo un mazzo così, perchè sostituiamo dei dipendenti perchè il personale non c'è".

Un altro racconta:

"In Calabria, i una 'DDA Direzione Distrettuale Antimafia, dove c'è la 'ndrangheta noi siamo gli operatori, quelli che manovrano le carte di tutto".

I tirocinanti non vengono assunti, ma reinseriti nei diversi uffici. Esistono infatti bandi che prevedono nuovi 'corsi' per coloro che hanno già svolto 12 mesi di tirocinio. E di bando in bando, il tirocinio dura una vita. Una tra le intervistate racconta di rivestire il suo ruolo da tirocinante da circa 8 anni.

"É sfruttamento legalizzato".

Erica senza K ha ascoltato le parole di Sergio Abramo, Sindaco di Catanzaro e di Angela Robbe, assessore al lavoro e welfare della Regione Calabria.

"Buon tirocinio ragazzi, che si trasformi presto in un lavoro vero".

Per vedere il servizio completo CLICCA QUI.

Seguici su telegramSeguici su telegram