Reggio, via i dehors in Via Marina. Addio all'isola pedonale?

Si sta procedendo in queste ore allo smontaggio di sedie, ombrelloni e tavolini. Strada chiusa fino a domani

Lavori in corso in via marina alta.

Operai al lavoro per rimuovere le pedane e gli arredi che dal 13 luglio abbellivano il tratto di strada da via Giulia fino a piazza Indipendenza.

Proprio in questi minuti alcune squadre di operai stanno procedendo allo smontaggio dei tanto discussi dehors.

Inaugurati a metà luglio dall'amministrazione Falcomatà, le aree esterne ai cinque noti locali della via marina hanno sollevato un polverone di polemiche. C'è stato chi, inizialmente era entusiasta per la nuova iniziativa promossa dagli stessi imprenditori, chi invece ha criticato immediatamente l'idea e chi infine ha accettato il cambiamento, rinviando il commento a fine estate.

Ma qual è il bilancio di questa iniziativa che, secondo i sostenitori, avrebbe dovuto rendere la città più turistica ed 'appetibile'?

L'idea non ha certo fatto impazzire di gioia i residenti, costretti a parcheggiare lontano da casa. Né ha conquistato le associazioni di categoria, molto critiche sull'installazione delle pedane. Molti titolari delle attività commerciali lungo il Corso Garibaldi inoltre hanno lamentato un calo del fatturato dovuto ad un minore afflusso di gente al centro storico.

Tuttavia un cambiamento, così radicale, ha anche bisogno di un periodo di 'rodaggio' per tutti.

Vero è che le aree pedonali contribuiscono alla riduzione dell’inquinamento soprattutto nel centro storico. E vero è che l'area rappresenta un'enorme  potenzialità ma di fatto la fase sperimentale dell'isola pedonale non ha portato i frutti sperati. Si sarebbero dovuti creare forse più eventi intorno ai dehors con artisti di strada, installazioni e continue attrazioni per far vivere h24 il salotto estivo reggino.

Intanto ieri, con il ritorno a scuola di migliaia di studenti, la presenza dell'area pedonale ha contribuito, in parte, alla paralisi di una città. Il traffico che si è registrato nel corso dell'intera mattinata è infatti dovuto anche al blocco della viabilità in quel tratto di strada.

Entro fine settimana tornerà tutto come prima dunque con il passaggio delle macchine da sud a nord lungo la via marina alta (con la corsia degli autobus nel senso di marcia opposto) e quello nord sud sul lungomare Falcomatà.

Difficile adesso capire se e quando rivedremo i dehors in via marina.

Il Comune dovrà ragionare bene, raccogliere dati e pareri di tutti, e decidere se riproporre l'estate prossima, eventualmente l'area pedonale.

Sarà necessario però un dialogo continuo ed un confronto serio e ragionato con tutti i soggetti interessati.

Per non incorrere negli stessi errori.