Taibi, precisazione su Menez: 'Alla Reggina nessuno fa capricci. Se dovesse capitare...'

"Posso sbagliare in qualche scelta, ma nessuno può discutere la mia onestà'

Precisazione del Ds della Reggina Massimo Taibi a "Passione Amaranto" riguardo la non presenza di Menez contro il Pordenone e qualche voce venuta fuori che ipotizzava qualcosa di diverso:

"Colgo l'occasione per sgomberare il campo da qualche equivoco. Menez, in occasione della partita con il Cosenza, ha avvertito un indurimento del quadricipite, ha provato comunque ad esserci, durante il defaticante ha accusato ancora fastidio e tutti insieme dopo la risonanza si è deciso di non rischiarlo per evitare di perderlo magari per un mese.

Sono uscite delle voci che in qualche modo danno un pò fastidio. Io posso commettere degli errori in fase di costruzione della squadra e quindi in qualche scelta, ma nessuno può mettere in discussione il mio modo di fare, di pensare, la mia onestà. Sono uno diretto forse anche troppo, da quando sono alla Reggina nessun giocatore si è mai permesso di tirarsi indietro per qualche capriccio. Se mai dovesse succedere lo attaccherei al muro e soprattutto lo direi in maniera pubblica.

Si è cercato anche questa volta di mettere in cattiva luce qualche giocatore, ma parlando di Menez posso solo dire che oltre ad essere un grande talento, è anche un ragazzo straordinario. Ha combattuto fino all'ultimo istante per essere della partita, poi ha dovuto rinunciare. Tutti abbiamo sperato potesse esserci dopo che la risonanza non aveva evidenziato particolari rotture, ma una contrattura che ci ha portato comunque a decidere di non rischiare".