La Reggina piace e diverte. A Terni, però, si gioca su un manto erboso disastrato (foto)

Importanti rientri in casa amaranto, pesanti assenze per la Ternana di Lucarelli

La Reggina piace. Da Ferrara non sono arrivati solo i tre punti, ma anche bel gioco e tanta qualità, e quindi la consapevolezza da parte dei tifosi di potersi divertire nell’arco di questa stagione, quel famoso obiettivo ritenuto primario dal patron Saladini e dal presidente Cardona. E’ doveroso ricordare che qualsiasi tipo di valutazione va fatto decisamente più avanti, ma è anche onesto riconoscere al tecnico Inzaghi ed al suo gruppo che al primo impatto molte cose interessanti sono state messe in evidenza.

La coesione del gruppo

Quella che riteniamo più importante è la coesione del gruppo, traspare, viene fuori in maniera evidente, la si percepisce in campo con ogni singolo giocatore a sostegno dell’altro e poi quelle esultanze che hanno sempre coinvolto tutti, soprattutto chi in quel momento sedeva in panchina. L’unione di intenti è la base principale per iniziare a costruire, gli aspetti tecnici e tattici ne sono solo una conseguenza. Partire bene era di fondamentale importanza, perché il percorso che ha condotto la Reggina alla prima di campionato è stato tortuoso, complicato, pieno zeppo di difficoltà. La società ha lavorato in silenzio, a volte è stata anche accusata per l’eccessiva riservatezza, poi invece ti accorgi che il parlare meno, spesso corrisponde al lavorare di più. Il resto dei meriti va attribuito a mister Inzaghi che da una parte ha predicato pazienza rivolgendosi ai tifosi, dall’altra, consapevole della forza del suo gruppo, ha inculcato ai calciatori concetti, idee di gioco, voglia e spirito di sacrificio. Adesso, dopo la prima, ci si attendono conferme dalla seconda trasferta consecutiva, quella che gli amaranto giocheranno sul terreno della Ternana. A proposito di terreno, al Liberati si stanno facendo salti mortali per riuscire a metterlo al minimo delle condizioni e quindi poter giocare, la recente rizollatura non può dare riscontri immediati. A disposizione del tecnico amaranto tornano Majer e Lollo, si aggiunge Di Chiara, si attendono buone notizie da Camporese. Lucarelli, invece, perde per infortunio il duo d’attacco titolare Donnarumma-Pettinari, fermo anche il centrocampista Agazzi. (fonte foto: calcioternano.it)

Liberati Di Terni Fonte Calcioternano