Tinta per capelli? I 5 errori più frequenti. Da Italo la scelta giusta - FOTO

Molte tinte rischiano di farci apparire più vecchie di almeno 10 anni, gli errori da non fare

In commercio ne esistono di tanti tipi, anche a basso costo, ma fare la tinta dal parrucchiere è sicuramente la scelta migliore che si possa fare.

D’altronde, che sia un’esigenza oppure un semplice vezzo, rivolgersi a professionisti bravi e costantemente aggiornati, è un gesto d’amore che facciamo verso i nostri capelli.

I vantaggi? Evitare possibili errori del fai da te, avere la garanzia sulla qualità dei prodotti utilizzati, e avere un look migliore grazie ai consigli di personale esperto.

C’è poi un aspetto spesso sottovalutato.

Molte tinte rischiano di farci apparire più vecchie di almeno 10 anni.

Ne abbiamo parlato con Francesca, Rocco e Rita, hairstylist di Italo, che ci hanno illustrato i 5 errori più frequenti in cui incorrono molte donne scegliendo da sole la tinta sbagliata.

1. Scegliere i colpi di sole, a strisce larghe, e di tonalità che non si adattano al nostro incarnato. Va bene cambiare colore dei capelli, ma con gusto, optando magari per una tintura che si avvicina al proprio colore naturale, anche con qualche riflesso. Tecniche come il foilyage o il balayage, con un colore multi sfaccettato e riflessi naturali, sono da prediligere se si vuole regalare luminosità al viso. Ovviamente si tratta di tecniche molto difficili da replicare in casa, e per questo è sempre meglio rivolgersi agli esperti.

2. Avere un colore piatto, monocromatico, e per niente naturale, che appesantisce i contorni del viso, anziché dare luminosità. Meglio, quindi, scegliere un riflessante, che regala anche qualche sfumatura naturale. Attenzione però: è consigliato solo se si hanno pochissimi capelli bianchi da coprire!

3. Affezionarsi al colore naturale, magari a quello che avevamo da bambine. Purtroppo, per quanto il colore naturale di capelli sia quello che più di tutti dovrebbe valorizzarci, bisogna pur sempre pensare che, nel tempo, anche il nostro incarnato subisce dei mutamenti. Per questa ragione bisogna sempre affidarsi a personale esperto che sappia consigliarci il colore di capelli ideale, in perfetta armonia con quello della pelle, degli occhi, e in generale del nostro viso per esaltarli al massimo. Perché un colore molto diverso dal nostro, e soprattutto del sottotono sbagliato, ci regalerà inevitabilmente qualche anno in più.

4. Non tingerli e soprattutto non curarli. Che sia una scelta motivata oppure semplice rassegnazione, bisogna pur sempre ricordare che se non curiamo i nostri capelli rischiamo di risultare molto più vecchie della nostra età, e anche un po’ trascurate. In fondo, i dettagli del volto, così come la nostra chioma, non possiamo di certo nasconderli. Meglio optare quindi per un bel colore che vada non solo a tonalizzare ma anche ad idratare e rendere visibilmente più sani i nostri capelli. E per chi vuole mantenere le tonalità grigie sulle lunghezze, come alcune star del mondo dello spettacolo? Benissimo! Ma ricordate che anche i capelli grigi hanno bisogno di essere curati, per apparire luminosi e non secchi, e quindi via i riflessi giallastri, a favore di un colore grigio, ma tridimensionale! Il risultato? Sembrare più fresche e radiose.

5. Infine, se l’obiettivo è quello di avere capelli visibilmente sani e belli, e riuscire a dimostrare anche qualche anno in meno, basta azzeccare non solo il giusto colore di capelli, ma anche il taglio e l'acconciatura che riescano a ringiovanire e alleggerire i tratti del nostro viso. Quindi sì ai tagli medio-corti come il caschetto corto, il carrè lungo, o il pixie-cut (per le più coraggiose). È ammessa anche la frangia che può essere un’ottima alleata per definire i contorni del viso e per nascondere le piccole rughe.

Insomma, per apparire più giovani, basta affidarsi completamente nelle mani di parrucchieri esperti: basta una seduta per ottenere un perfetto hair style anti-età.

Seguici su telegramSeguici su telegram