Tropea in lutto, il sindaco Macrì: 'Sorte crudele. Giovanni era amato da tutti'

Il giovane calabrese stava preparando la macchina per tornare al Sud e trascorrere in famiglia le vacanze di Natale. Le parole del sindaco di Tropea

"Una tragedia ci travolge". È cosi che il sindaco di Tropea, Giovanni Macrì ha esordito questa mattina in un post su Facebook.

Il riferimento è ovviamente alla vita spezzata prematuramente del giovane insegnante di lavoro a Carpi morto in un'esplosione.

Tropea ricorda Giovanni Bozzolo

"Sento il bisogno di condividere con tutta la nostra comunità una notizia terribile di stamane. Un giovane tropeano, docente di matematica a Carpi, nel sistemare, con l’aiuto di un amico, l’auto appena acquistata per ritornare a Tropea, durante le vacanze di Natale, è stato travolto da un’esplosione, forse prodotta dal contatto della benzina, fuoriuscita dal serbatoio, con una stufetta accesa per attutire il freddo".

È così che quella che avrebbe dovuto essere una giornata di festa, nonostante la pandemia ancora in atto, si è trasformata in un inferno.

"Giovanni Bozzolo era un ragazzo in gamba, amato da tutti per la sua bontà e la sua crudele sorte ci stringe il cuore. Le parole servono solo a unirci nella condivisione del dolore col desiderio di rappresentare la nostra vicinanza al suo papà Vittorio, alla sua mamma Angelina e a tutta la famiglia. La Città tutta soffre e abbraccia Giovanni: sarai sempre con noi giovane figlio di Tropea".