“U figghiu” miglior cortometraggio nella sezione Opere prime al Pop Corn Festival 

Ancora un importante riconoscimento sostenuto dalla Calabria Film Commission

Ancora un importante riconoscimento per “U figghiu”, il cortometraggio scritto e diretto da Saverio Tavano e sostenuto dalla Calabria Film Commission: il film ha, infatti vinto il premio come miglior cortometraggio nella categoria Opere prime al Pop Corn Festival del Corto.

Il festival, che si svolge dal 2017 a Porto Santo Stefano, in Toscana, ha annunciato ieri sera l’assegnazione del riconoscimento, nel corso della cerimonia di premiazione che ha chiuso l’intensa tre giorni di iniziative e proiezioni.

Il corto, girato a Badolato e interpretato da Fabrizio Ferracane, Anna Maria De Luca e Francesco Gallelli, parte dalla vicenda che vede, nel giorno di Pasqua, in un piccolo paese del sud, il furto della corona di spine dalla statua di Cristo: a rubarla è stato Saro, il figlio schizofrenico di Nino e Concetta, convinto di essere la reincarnazione divina. Rapporto familiare, quotidianità e ritualità si intrecciano nel film che ha, dunque, conquistato la giuria, composta da Federico Moccia, Stefano Giovani, Manuela Rima, Marco Spoletini, Michele Suma e Carlo Griseri.

“Grazie per questo premio, ringrazio il festival, ringrazio la giuria per averlo scelto”, ha affermato - nel video messaggio inviato dalla Calabria e trasmesso ieri sera, nel corso della premiazione - il regista Saverio Tavano, che si è detto onorato del riconoscimento ricevuto.