Una (nuova) storia, senza fine…Malavenda Cafè compie 5 anni

Una storia nata nel lontano 1872 si intreccia con un nuovo percorso. Malavenda Cafè compie 5 anni, i segreti di un locale che è 'la casa di tutti'

Cinque, sono le dita della mano. Cinque, sono i sensi percettivi dell’uomo. Cinque, sono gli elementi naturali, terra, aria, fuoco, acqua…e l’etere. Cinque, sono le linee del pentagramma...

Inizia cosi il post che sulla pagina Facebook presenta i primi 5 anni del Malavenda Cafè, locale che in un lustro e già diventato un punto di riferimento a Reggio Calabria.

Il merito di un simile gradimento è nella filosofia che sta alla base, e al centro, del progetto. Roberta Malavenda, titolare dell’attività, racconta di come è nata l’idea circa sei anni fa…

“Rientrata dalla Germania, cercavo un caffè letterario, locali che all’estero sono ormai la normalità. Non trovando nulla di simile, mi sono lanciata decidendo di crearlo io, modellandolo su quelle che erano le mie preferenze.

Non è stato semplice, ma grazie al supporto della mia famiglia (una passione iniziata nel lontano 1872…ndr) sono riuscita nell’intento. Tagliando il traguardo di questi primi 5 anni devo dire grazie a mio padre che è la mia costante fonte di saggezza, a mia sorella per i continui scambi di suggerimenti che ci hanno consentito di crescere e un pensiero speciale va a mia madre. La sua creatività, positività ed allegria è stata d’ispirazione per la creazione del Malavenda Cafè e ancora ne illumina il percorso”.

Arte e cultura sono i binari sui quali il Malavenda Cafè ha sin dall’inizio instradato il proprio cammino. La musica live è diventato oramai un appuntamento fisso per i reggini, da non dimenticare però tutte le altre iniziative cinematografiche, teatrali e letterarie.

L’ultima idea del #plasticfree è un’ulteriore sottolineatura dello spirito sensibile e attento che anima il locale situato in Via Zecca, oramai ribattezzata ‘Via del gusto’.

“Ci tengo a ringraziare ‘Peppone’ dei Fratelli La Bufala. Mi ha accolto con affetto ed entusiasmo, sin dall’inizio si è creato un clima piacevole tra le due attività. La sinergia con lui, e successivamente con le altre attività presenti in Via Zecca, rappresentano per me una grande soddisfazione. Significa che si può lavorare insieme e che da questa collaborazione si può crescere”.

Tra le soddisfazioni principali ottenute in questi 5 anni, l’imprenditrice reggina evidenzia il mix di culture ed età che popolano il Malavenda Cafè.

“Vedere persone così diverse tra loro è la cosa che mi dà più piacere. Ho sempre pensato al mio locale come la casa di tutti, dove si può venire per lavorare, rilassarsi, stare con amici e perché no…flirtare (ride, ndr). Credo che la contaminazione sia essenziale per crescere, a livello individuale e collettivo. Per questa ragione il Malavenda Cafè punta da sempre con forza su questa filosofia inclusiva e propositiva”.

Mercoledi 12 giugno, per festeggiare i primi 5 anni di attività, il Malavenda Cafè organizza un evento speciale.

Un percorso sonoro (orchestrato da Alex Perdido) che parte dal funk-jazz e che tocca picchi edonistici di Hip Hop e reggae fino ad atmosfere dance e Afrobeat.

La serata inizierà al tramonto, verso le 19, e si prolungherà fino a mezzanotte per brindare nel migliore dei modi ai 5 anni del Malavenda Cafè.

"E' un modo per ringraziare tutti i nostri amici -sottolinea Roberta Malavenda- li considero tali i clienti affezionati che vengono a trovarci. Assieme a loro vogliamo festeggiare questo traguardo, possibile anche grazie all'energia dei miei ragazzi. Lo staff del Malavenda è una risorsa essenziale, un sentito grazie va anche a loro".