Vaccine Day, Giuffrida: 'Giornata simbolica, attendiamo dosi più massicce'

Il direttore del dipartimento di prevenzione ASP di Reggio Calabria dott. Sandro Giuffrida stima il fabbisogno massimo di vaccini per Reggio

E' arrivato il giorno tanto atteso. Una giornata simbolica, sia chiaro, ma importantissima per generare la fiducia necessaria e iniziare a pensare ad un mondo senza Covid-19. Quella di oggi è una data storica che tutti noi ricorderemo come l'inizio di una grande sfida. Anche al Grande Ospedale Metropolitano, come in moltissime strutture ospedaliere d'Italia, è tutto pronto per la prima somministrazione del vaccino anti Covid.

GIUFFRIDA (ASP): 'GIORNATA SIMBOLICA, I NUMERI DI CUI ABBIAMO BISOGNO SONO ALTRI'

E' importante che si dia inizio alla vaccinazione anti Covid. Lo sa bene il direttore del dipartimento di prevenzione ASP di Reggio Calabria dott. Sandro Giuffrida che spiega come:

"E' una giornata simbolica. E' bene precisare che dal punto di vista numerico le 60 dosi di oggi sono davvero poche e attendiamo dosi più massicce. Il valore della giornata è quello di dare inizio alla vaccinazione, speriamo che dopo le 280 dosi arrivate in tutta la Calabria, ne seguano altre con continuità in modo da poterci consentire davvero una vaccinazione di massa. Abbiamo bisogno di 500 mila dosi di vaccini".

Al momento non c'è un vero calendario previsto e la Regione non è al momento in grado di informare le aziende ospedaliere.

DAL 28 DICEMBRE IN ARRIVO ALTRE DOSI, GIUFFRIDA: 'NECESSARIE 500 MILA DOSI'

"Non c'è ancora un vero e proprio piano ma dal 28 dicembre in poi attendiamo altre dosi di vaccino ma non conosciamo il calendario nemmeno a livello nazionale. A mio parere i numeri sono ancora molto ridotti e attendiamo notizie precise sulle consegne con quantitativi maggiori. Al momento le 280 dosi non servono a niente perchè abbiamo bisogno di 500 mila dosi e solo per la prima dose. Ricordo che al momento è necessaria una seconda dose a distanza di 21 giorni".