Operazione Fake Green: le indagini dei Carabinieri sui falsi braccianti

Gli indagati dell'operazione "Fake Green" mettevano a disposizione i propri terreni e le proprie aziende agricole, presso le quali, sotto la regia del ROMEO assumevano fittiziamente braccianti agricoli, al fine di consentire loro di richiedere ed ottenere indebitamente l’elargizione da parte dell’INPS di indennità previdenziali ed assistenziali che poi venivano ripartite tra tutte le parti interessate.

Venivano pertanto eseguite 18 misure cautelari di cui una agli arresti domiciliari per ROMEO Giuseppe e 17 obblighi di presentazione all’Autorità di Polizia Giudiziaria; nei confronti degli indagati si provvedeva al sequestro preventivo di un importo di euro 110.000 euro circa considerato il profitto dei reati fine di truffa aggravata ai danni dell’INPS e dell’ARCEA per il conseguimento di erogazioni pubbliche comunitarie.