Traversata dello Stretto in moto, fallisce l'impresa di Luca Colombo

L'impresa, per ora, è fallita. Luca Colombo, il record man che avrebbe voluto attraversare in moto lo Stretto di Messina non è riuscito a percorrere più di qualche metro.

La traversata dello Stretto in moto

Un'impresa mai tentata prima e non ancora compiuta. È quella nata dalla mente del centauro milanese che, in sella alla sua moto ha già compiuto meraviglie. Basta pensare all'iniziativa del 2017, quando Luca Colombo ha attraversato il lago di Como o a quella del 2019, che gli è valso il primato mondiale di velocità sull’acqua con una moto da cross adattata volando fino a 104 km/h.

Il veicolo che avrebbe dovuto accompagnare Colombo è una moto cross Honda CRF 450R. Ma lo Stretto non è un lago, per quanto "breve" sia il tragitto tra le due sponde di Reggio Calabria e Messina, il mare è molto imprevedibile. Ne sono una dimostrazione le forti correnti che, da sempre, caratterizzano questa striscia d'acqua.

Anche le condizioni meteo non sono state delle migliori. Oltre alle correnti del mare, il vento è un altro di quei tratti caratteristici dello Stretto. La rotta scelta da Luca prevedeva la partenza da Torre Faro (Messina) con arrivo in località Cannitello (Villa San Giovanni) per una distanza di 3,2 km.

Le onde, però, hanno interrotto il suo tragitto a pochi metri dalla partenza.

Video Youtube di Domenico Antani