Reggio, ABIO torna in piazza: iniziativa a sostegno dei bimbi in ospedale

L'obiettivo dei volontari è tornare, prima possibile, nei reparti per aiutare i più piccoli. L'evento a Reggio Calabria

Il prossimo 25 settembre, i volontari ABIO torneranno in piazza anche a Reggio Calabria dove svolgono il loro servizio per raccontare quello che fanno ogni giorno in oltre 200 reparti di pediatria in tutta Italia, per coinvolgere le persone, spiegare che i bambini, gli adolescenti, i loro genitori, hanno dei diritti anche e soprattutto in ospedale.

Iniziativa ABIO a Reggio Calabria

ABIO 1

Sarà possibile incontrarli, farsi raccontare le loro esperienze, sapere cosa e come hanno affrontato in questi ultimi mesi e sostenerli, tramite un’offerta, ricevendo un cestino di ottime pere; il simbolo della Giornata! I tradizionali cestini di pere, infatti, sono ormai diventati un simbolo di solidarietà e di attenzione per la realtà dei bambini ricoverati in ospedale.

La Giornata Nazionale ABIO è il momento in cui ABIO, in maniera forte e coesa si racconta.

Tornare in Ospedale, non appena possibile, al fianco dei bambini, degli adolescenti e delle loro famiglie, per contribuire a trasformare ancora una volta il mondo dell’Ospedale e renderlo sempre più a misura di bambino: questo è l’obiettivo che non abbiamo mai perso di vista per continuare a prenderci cura dei bambini, degli adolescenti e delle loro famiglie nel momento difficile dell’impatto con l’Ospedale.

La Giornata Nazionale ABIO è quest’anno più che mai un’occasione unica per parlare della nostra straordinaria storia a misura di bambino e portare in piazza l’orgoglio ABIO.

La storia di ABIO parla da più di 40 anni di un volontariato formato e qualificato al fianco dei bambini in ospedale e delle loro famiglie, un volontariato che in questo periodo di pandemia ha vissuto l’assenza forzata dai reparti ospedalieri e si è impegnato al massimo per restare saldo, per organizzarsi e poter offrire sostegno a bambini ragazzi e famiglie in Pediatria, con nuove forme di accoglienza e Presenza a Distanza.

L’emergenza sanitaria ci ha costretti lontano dalle pediatrie, ma ABIO è rimasta salda ed unita, ha lavorato da remoto attraverso le iniziative #abioanchedalontano per non far mancare ai bambini e alle famiglie in ospedale un sorriso accogliente e un momento di svago e di gioco.

Quest’anno la Giornata Nazionale ABIO sarà (per la prima volta!) un evento misto, un mix tra passato, presente e futuro, un evento che in tutta Italia che permetterà a chiunque di conoscere ABIO e scoprire i suoi progetti.

Ma non solo. Per chi non potrà essere fisicamente in piazza, sarà possibile conoscere e sostenere ABIO sul sito www.giornatanazionaleabio.org. Dal 10 settembre al 10 ottobre si potranno incontrare virtualmente i volontari ABIO, ascoltare le loro testimonianze, scoprire le donazioni e le attività #ABIOadistanza realizzate per tenere compagnia in ospedale - da remoto - ai bambini, agli adolescenti e alle loro famiglie. Inoltre, sarà possibile prenotare le pere e scegliere di devolvere la propria donazione ad ABIO REGGIO CALABRIA ricevendo direttamente a casa una confezione contenente due cestini di pere.

Il ricavato verrà utilizzato dalle Associazioni ABIO per riprendere il servizio appena possibile, per organizzare corsi di formazione per volontari, nuovi o già attivi, in linea con i grandi cambiamenti che gli ospedali hanno vissuto e che il servizio nelle Pediatrie dovrà affrontare nei prossimi mesi.

Aiutaci a raggiungere il nostro prossimo obiettivo: tornare a prenderci cura dei bambini in ospedale e delle loro famiglie in tutta Italia!

PerAMORE, perABIO, grazie anche a te!

La Giornata Nazionale ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica e può inoltre contare sul Patrocinio del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.