Addio coprifuoco, in Calabria si avvicina il ritorno alla normalità

Ultima settimana di restrizioni, salvo sorprese dal 21 giugno anche in Calabria via alle limitazioni

La normalità (o quantomeno un allentamento delle limitazioni) si avvicina passo dopo passo, anche in Calabria. Salvo sorprese, quella che inizierà domani sarà l'ultima settimana di restrizioni, con l'addio al coprifuoco e il benvenuto alla zona bianca che dovrebbero scattare entrambi da lunedi 21 giugno.

Già da domani invece, lunedì 14 giugno, saranno oltre 40 milioni gli italiani che passeranno in 'zona bianca', senza coprifuoco e quasi alcuna prescrizione.

Con il clima oramai estivo da diversi giorni, i calabresi potranno così tornare ad una vita quasi normale, attenzione però a considerarlo come un via libera totale. Il ministro della Salute Speranza e gli esperti invitano alla prudenza per non vanificare gli sforzi fatti.

"L'Italia ha, attualmente, uno dei migliori dati europei sull'incidenza. Un risultato incoraggiante che ci consente di guardare avanti con più fiducia. Dobbiamo insistere su questa strada con prudenza e gradualità. Oggi più che mai occorre conservare le corrette abitudini per non vanificare i tanti sacrifici fatti", le parole di Speranza.

Le novità in zona bianca

In zona bianca i bar e i ristoranti sono aperti senza limitazioni di orario, anche alla sera e anche al chiuso. Nessun tetto massimo per il numero di commensali se i tavoli sono all’aperto. È fissato invece a sei, anche non conviventi, quello per i locali all’interno.

In ogni caso, va rispettato il distanziamento per evitare assembramenti e c’è ancora l’obbligo di indossare la mascherina per spostarsi nel locale. L’asporto e la consegna a domicilio non hanno limiti orari.

“A chi si trova in zona bianca è consentito andare a far visita a parenti o amici, restando all’interno della stessa zona, senza limiti di orario o nel numero di persone che si spostano”, si legge sulle FAQ predisposte dalla presidenza del Consiglio dei Ministri.

In zona bianca sono consentite tutte le attività sportive, sia al chiuso che all’aperto, sia individuali che di gruppo. Si potrà tornare anche a usare le docce degli edifici sportivi. Aperti anche spa e centri benessere.

Aperti cinema, teatri, centri sociali e culturali, con obbligo di distanziamento interpersonale. Riprendono anche i concerti, sempre con obbligo di indossare le mascherine, distanziamento e divieto di ballo.