Aeroporto di Reggio, è rottura Task Force-Sacal: sarà chiesta revoca della concessione

Stanca di aspettare, la task force comunale rompe ogni dialogo con Sacal e Regione Calabria

Tanto tuonò, che piovve. La task force comunale sul Tito Minniti, dopo l'ennesimo annuncio di Sacal relativo ad un ulteriore volo Lamezia Parigi, e nel silenzio assordante rispetto a novità per lo scalo reggino, rompe gli indugi. Secondo quanto raccolto da CityNow, la task force coordinata da Salvatore Chindemi richiederà ai due sindaci f.f. Brunetti e Versace di avviare le procedure per la richiesta ad Enac della revoca della concessione ad Sacal delle gestione dei tre scali per grave inadempimento contrattuale. Si interrompe così ogni interlocuzioni con la Regione e i vertici della società di gestione, spostando l'interlocuzione direttamente con il Ministro dri Trasporti e i vertici Enac Enav.

Circa un mese e mezzo fa, nel corso di una riunione, la possibilità era già emersa. "Non possiamo più aspettare ne accontentarci delle briciole. Attendiamo una chiamata a stretto giro di posta da Occhiuto, altrimenti chiuderemo il dialogo con la Regione interloquendo direttamente con Enac", la posizione dei mesi scorsi. Adesso il piano B già ipotizzato nelle scorse settimane, ovvero chiedere l'autonomia gestionale per lo scalo reggino (in sub concessione con una formula da trovare) per potersi staccare da Sacal sembra avvicinarsi alla realtà.

"Rinviare e governare. Con questo metodo la Dc della prima Repubblica ha governato il paese per decenni dopo il dopoguerra. L'imperativo era: fare sempre il muro di gomma, mai fronteggiare l'avversario (politico si intende) entrando nel merito delle questioni. E qualcuno in Calabria, stando alle dichiarazioni del Presidente Occhiuto sull'aeroporto dello Stretto, sembra aver imparato bene la lezione.

La risposta del Governatore sui quesiti posti sull'Aeroporto dello Stretto va proprio in questa direzione. Anzi una non risposta, in sostanza, un modo per rinviare il problema, nonostante i temi proposti siano sul tavolo ormai da alcuni anni, per non dire qualche decennio", queste le parole di Chindemi soltanto pochi giorni fa.

Adesso, la task force comunale sembra voler passare ai fatti, interrompendo il dialogo con Sacal e Regione e chiedendo ad Enac, attraverso i due sindaci f.f., la revoca della concessione a Sacal per grave inadempienza contrattuale. Facile aspettarsi settimane particolarmente calde per lo scalo reggino, in eterna attesa di evoluzioni positive.