Reggio, Marcianò torna in Consiglio: 'Obiettivo? Riavvicinare i cittadini alla politica'

Angela Marcianò, dopo aver scontato la condanna i 18 mesi di sospensione previsti dalla Legge Severino, torna all'interno dell'Aula Battaglia

Torna a Palazzo San Giorgio Angela Marcianò.

L'ex candidata a sindaco di Reggio Calabria alle ultime elezioni comunali prende il posto di Filomena Iatì che l'aveva sostituita fino ad oggi. Scontati i 18 mesi di sospensione previsti dalla Legge Severino a seguito della condanna nel processo Miramare, Angela Marcianò torna dunque tra i banchi dell’opposizione all'interno dell'aula Battaglia del Comune.

"Saluto idealmente tutta la città. Pensavo giusto ieri che sono trascorsi cinque anni dal mio ultimo consiglio comunale ma per me è come se fossero passati cinque giorni. Quando si fa politica al servizio della città si crea una sorta di cordone ombellicare che non si spezza mai - spiega Angela Marcianò - Auspico che il mio ritorno possa far rivivere quell'entusiasmo che mi ha consentito di essere assessore e che ancora mi consente di essere chiamata Angela per ogni istanza e problematica dai cittadini. Mi auguro di avvicinare i cittadini al Palazzo, alla politica e di avvicinare al Comune quelle persone che non ci credono più. Ringrazio infine la consigliera Filomena Iatì che ha rappresentato al meglio i valori del movimento che presiedo".

Queste le prime parole di Angela Marcianò del suo intervento di oggi in Consiglio Comunale.