L’Università Mediterranea a bordo del bike sharing

Presente presso l'ateneo reggino una stazione che consente a tutti coloro che orbitano all'interno dell'università di utilizzare il nuovo servizio

Finalmente il bike sharing a Reggio Calabria è realtà, grande entusiasmo per l’inaugurazione del servizio, collocato anche nei pressi dell’Università Mediterranea. CityNow ha intervistato l’ingegnere Corrado Rindone, Mobilty Manager dell’ateneo:

“Gli studenti della Mediterranea hanno un ruolo attivo nella definizione delle politiche di mobilità sostenibile della popolazione universitaria. In particolare il gruppo di Trasporti e Logistica della rete dei rappresentanti degli studenti collabora costantemente per promuovere azioni che possano migliorare l’accessibilità interna ed esterna all’università. A questo proposito, la sharing mobility ed in particolare il bike sharing, sono comprese tra le proposte avanzate dagli studenti e condivise dalla governance di Ateneo al fine di contribuire alla sostenibilità nel territorio urbano. C’è molta aspettativa tra gli studenti, il personale docente e tecnico-amministravo. Si accolgono con interesse nuove iniziative che riguardano la mobilità, e soprattutto quelle che riguardano l’integrazione tra più modalità di trasporto (terrestri e marittime). L’uso della bicicletta può garantire gli spostamenti dell’ultimo miglio dai terminali ferroviari e marittimi fino alle sedi universitarie. Si auspicano agevolazioni tariffarie soprattutto per la componente studentesca per incentivare l’uso di modalità di trasporto sostenibili”.

Seguici su telegramSeguici su telegram