Brogli elettorali a Reggio, attesa per la sentenza Tar: si torna alle urne?

Brogli elettorali, si tornerà alle urne a Reggio Calabria? La risposta prevista per domani

La vicenda relativa ai brogli elettorali registratisi alle ultime elezioni comunali reggina arriva ad uno snodo importante. E' attesa infatti per domani, mercoledi 9 giugno, la sentenza del Tar in merito al ricorso presentato dal movimento Nuova Italia Unita.

Annullamento delle operazione di voto e indizione di nuove elezioni o, in via subordinata, ripetizione del voto nelle sezioni interessate, questi gli scenari auspicati dai ricorrenti.

L'Avv. Sara Fantino, legale di Nuova Italia Unita, ai microfoni di CityNow aveva mostrato soddisfazione riguardo il primo rinvio del Tar.

"È un buon segnale, perché la vicenda continua a rimanere aperta, gli indizi molto gravi. Accogliamo positivamente l'apertura del collegio. Il Giudice sembra essere molto attento e volenteroso di approfondire le tematiche".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche il Presidente del Movimento Nuova Italia Unita, Massimiliano Panero.

"C'è ottimismo, esprimiamo soddisfazione per l'attenzione che ci è stata rivolta dal collegio del Tar della Calabria. Nessuna delle controparti ci ha mosso delle obiezioni di merito, ma alcune osservazioni di metodo che sembrano essere secondarie".

"Auspichiamo in un responso favorevole. Questo è forse il momento in cui la città può davvero sperare in una svolta. Grazie al ricorso, in merito alle scorse elezioni comunali, la città può sperare di avere la democrazia che merita", il pensiero invece di Luigi Catalano.

I reggini dovranno tornare alle urne?  Se sarà così, lo faranno solo i cittadini delle urne 'incriminate?' Circa ventiquattro ore e si conoscerà la sentenza del Tar Calabria.