Calabria, sei comuni aderiscono all'iniziativa per chiedere il posticipo del ritorno a scuola

Lo afferma Graziano Di Natale (Iric)

Dopo i comuni di Aprigliano, Castiglione Cosentino, Luzzi, Santo Stefano di Rogliano, Pietrafitta e Diamante invito gli altri Sindaci a seguire l’indirizzo di posticipare l’apertura delle scuole per garantire la sicurezza dei nostri ragazzi”.

È così che interviene Graziano Di Natale (IriC), segretario-questore dell’Assemblea regionale a seguito della tanto discussa proposta di posticipare l’anno scolastico al 28 di settembre e approvata all’unanimità dal consiglio regionale nella giornata di martedì.

“Sono contento - continua Di Natale -  che la mia proposta trovi consensi tra gli amministratori locali. Dispiace solo che la giunta regionale e l’assessore alla cultura non abbiamo tenuto conto di quanto stia accadendo dalle nostre latitudini. Credo - conclude - che il consiglio regionale della Calabria sia stato umiliato nella sua funzione di indirizzo. Ancora grazie ai tanti Sindaci."