Calanna - Conclusa la festa patronale tra preghiere, canti e applausi

La chiave appoggiata dal sindaco nella mano di Maria Ss.ma del Rosario, rappresenta un grande significato simbolico

Le strade di Calanna si popolano di gente per la tradizionale e solenne processione del sacro simulacro di Maria SS.ma del Rosario, Augusta Patrona della città di Calanna.

Passano gli anni e si rafforza sempre di più il rapporto tra fede e popolazione, testimoniato da tantissimi partecipanti alle funzioni religiose e civili. Domenica 6 ottobre si sono conclusi i festeggiamenti, chiudendo il triduo vissuto intensamente. Domenica mattina nella messa solenne officiata da Padre John Leula, si è manifestata la simbiosi tra comunità religiosa e comunità civile ed amministrativa in due momenti importanti: la tradizionale offerta del cerco votivo e la consegna simbolica della chiave della città all’Augusta Patrona da parte del sindaco dott. Domenico Romeo.

La chiave appoggiata dal sindaco nella mano di Maria Ss.ma del Rosario, rappresenta un grande significato simbolico, in cui la comunità di Calanna si identifica con la Madonna e ne chiede protezione, rendendo sempre più forte il sentimento di fede e senso civico che è importante per una crescita comune.

L’epilogo dei festeggiamenti attraversa le vie di Calanna, con la solenne processione, accompagnata dai suoni del complesso bandistico “Religione e Patria“ della Città di Archi, con la statua lignea di Maria Ss.ma del Rosario, posizionata e portata a spalla sulla vara addobbata dall’artista Federico Catalano.

Preghiere, canti, applausi, con tanta gente dietro la vara e tanta ai lati della strada.Il ritorno nella sede attuale del Teatro Vareschi è il momento finale con la corsa sulle scale con il popolo che inneggia alla Madonna e ricompone un legame indissolubile .

Seguici su telegramSeguici su telegram