Calciomercato Reggina: dal Ds Taibi arrivano conferme riguardo la scelta dei portieri. C'è anche il reggino Russo

"Reggio non è una piazza come tutte le altre, è molto esigente"

Il primo nodo da sciogliere in casa Reggina è quello riguardante il portiere. La decisione di Nicolas ha aggiunto un altro pensiero alla dirigenza amaranto che è alle prese con la ricerca di un nuovo elemento che possa offrire le stesse garanzie ed è per questo che i profili che si stanno seguendo hanno più o meno le stesse caratteristiche. Da settimane si parla di Vigorito e Micai, il Ds Taibi non fa nomi, ma l'indirizzo verso il quale ci si sta orientando è proprio quello. Si sbilancia, invece, sul giovane portiere:

La Reggina cerca un portiere esperto, sul giovane già c'è

"Siamo in continuo contatto con quelli che sono i profili individuati. Una serie di nomi per il ruolo di portiere, poi vedremo tra questi quale si ritiene possa fare al caso della Reggina. Ragioniamo in maniera approfondita su un ruolo, quello del portiere, che tutti sappiamo sia particolarmente delicato, insieme a questo dobbiamo iniziare a muoverci anche sulle operazioni in uscita che saranno circa dieci tra coloro che sono rientrati dai prestiti e quelli che non rientrano più nel nostri programmi. Il mercato non dico che deve ancora iniziare, ma quasi. In questo momento è più complicato per tutti operare, la fase iniziale è quella delle valutazioni e poi con i numerosi cambi tecnici, ogni società prima di muoversi aspetta il parere del nuovo allenatore. Bisogna prendere due portieri, uno esperto ed un giovane. Le gerarchie le detta il campo, ma rispetto allo scorso anno, vogliamo partire in maniera diversa quindi subito con l'estremo difensore di maggiore esperienza e magari il suo vice che possa creargli delle difficoltà, nel senso più positivo del termine. Reggio non è una piazza come tutte le altre, è molto esigente. Si, Alessandro Russo è uno dei tre profili giovani che abbiamo sondato, è anche di Reggio.

Il mercato delle idee

"Il mercato delle idee, come viene definito dai più quello prossimo, è strettamente collegato alla crisi economica che ha investito il mondo intero e quindi anche il calcio. In mancanza di disponibilità, si lavora sulle idee, per incastrare al meglio tutte quelle soluzioni che si spera possano portare al rafforzamento degli organici. Sarà più complicato del solito. Con mister Aglietti il confronto è continuo, conoscendo il modulo che vuole applicare, cerco di individuare i calciatori più adatti".