Calciomercato Reggina: il Ds Taibi sul passaggio di Folorunsho al Pordenone

"Dire di essere molto vicini ad un calciatore non significa averlo già preso"

La Reggina aveva strappato una promessa da Michael Folorunsho, nel caso in cui il centrocampista non avesse avuto l'opportunità di esaudire il suo desiderio, quello di giocare in serie A. "In cadetteria solo con la Reggina", un concetto ribadito più volte anche dal Ds Taibi. Qualche giorno addietro, invece, è arrivata la notizia del prestito da parte del Napoli al Pordenone, il club amaranto non l'ha presa benissimo e Taibi ha dichiarato a Gazzetta del Sud:

"Il giocatore sarebbe venuto, il Napoli..."

"Su Folorunsho stavamo facendo delle valutazioni e non ho dubbi sul fatto che se fosse dipeso dal calciatore, in serie B la scelta sarebbe caduta sulla Reggina. Il Napoli, proprietario del cartellino, ha optato per una soluzione diversa e alla Reggina non è rimasto che prenderne atto con profondo rispetto della decisione presa dal club partenopeo. Vorrei che fosse definitivamente chiaro un concetto: dire di essere molto vicini ad un calciatore non significa averlo preso, così come di contro dire che un calciatore rappresenta una pista difficile, non significa che non esistono possibilità di prenderlo. Giusto per fare un esempio, l'acquisto di Hetemaj sembrava una cosa impossibile ma nel giro di pochi giorni gli scenari sono cambiati al punto da poter dire oggi di aver messo a segno un colpo molto importante per la categoria".