Castorina replica a FI: 'Guardi in casa propria. Noi al lavoro per il bilancio di previsione'

"Che smemorati i colleghi di Forza Italia" ha detto il consigliere comunale ricordando i casi Siclari, Talarico, Caridi. "Io garantista sempre, ipocrita mai"

«Apprendo di una nota stampa del gruppo consiliare di Forza Italia, immagino visti i soggetti scritta da terzi, che pone una questione da analizzare in profondità, perché dimostra un approccio confuso e bipolare che mi preoccupa molto, forse sarà il caldo estivo o forse i dati delle ultime elezioni amministrative visti i risultati deludenti raggiunti - Se chiedono a me, da indagato, di non rientrare in aula – afferma Nino Castorina consigliere comunale a Reggio Calabria–, cosa chiedono al senatore forzista Marco Siclari? Come si pongono rispetto all’indagine che ha riguardato l’ex assessore regionale al Bilancio Franco Talarico? Non vi è imbarazzo nel ritenere che taluni consensi possano essere andati in favore del candidato alla Camera in un collegio del reggino, Francesco Cannizzaro?

Forse quanto accaduto all’onorevole Tallini non è stato di lezione per loro? Qualcuno di loro non ricorda le perquisizioni domiciliari dopo il “caso Caridi” e l’epilogo di come è’ andata a finire ? Forse si sono dimenticati le indagini che hanno riguardato l’ultimo Consiglio regionale della Calabria? Che smemorati, i colleghi di Forza Italia… Io, garantista sempre; ipocrita, mai».

«La città di Reggio Calabria oggi vive una situazione di emergenza e difficoltà - afferma Castorina. In queste settimane serve lavorare sul Bilancio di Previsione e supportare le proposte concrete per la nostra città, dai consiglieri forzisti mi aspetto idee e proposte ancora ad oggi non pervenute ed un rapporto da tracciare con una regione Calabria che pensa a Cosenza e dimentica l’unica area Metropolitana presente nella nostra regione».